La nascita della Nato

Appunto inviato da nadiussa
/5

La nascita della Nato (l'Organizzazione del Patto dell'Atlantico del Nord ) e le sue azioni negli anni: i problemi, le azioni, i cambi di potere. (1 pagine formato doc)

La NATO, ovvero l'Organizzazione del Patto dell'Atlantico del Nord (in inglese, North Atlantic Treaty Organization), è un orga La NATO, ovvero l'Organizzazione del Patto dell'Atlantico del Nord (in inglese, North Atlantic Treaty Organization), è un organismo internazionale creato essenzialmente per difendere le nazioni occidentali contro la minaccia rappresentata dall'ex unione sovietica.
La Nato, insomma, nasce il 4 aprile 1949 a Washington per definire come collaborare, tra paesi diversi, e come intervenire in difesa di uno dei partecipanti, in caso di attacchi esterni. All'inizio il patto era solo tra dieci paesi dell'Europa (Belgio, Danimarca, Francia, Gran Bretagna Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Olanda Portogallo) e due paesi americani (Canada e Usa).
Poi si sono aggiunti altri paesi e, mentre fino a poco tempo fa erano in totale diciannove, oggi, grazie all'ingresso della Russia, sono diventati venti. Questo organismo è nato, dopo la Seconda Guerra Mondiale, soprattutto perché gli Stati Uniti temevano attacchi dal grande nemico che era ancora la Russia. Oggi i rapporti tra Stati Uniti e Russia sono molto migliorati e il ruolo della Nato è, in generale, quello di difendere sicurezza e libertà in tutti i paesi che ne fanno parte. Nello specifico, i Paesi membri di questa importante coalizione sono: Belgio, Canada, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Spagna, Turchia, Ungheria, Regno Unito, Stati Uniti e appunto Russia. I rappresentanti si incontrano a Bruxelles, in Belgio, località in cui ogni paese manda un suo rappresentante e dove si incontrano, in occasioni speciali, i capi di Stato dei singoli paesi. Il portavoce della NATO, cioè la persona che comunica a nome di tutti, le decisioni prese dalla NATO, è il Segretario Generale, scelto da tutti i paesi. Di recente, come detto in precedenza, è diventata membro a tutti gli effetti dell'Alleanza Atlantica anche la Russia, cosa che rappresenta un evento storico. La Nato è così passata dalla formula che si era andata consolidando dopo il crollo del muro di Berlino e del regime sovietico, ossia del 19+1 (19 membri + la Russia alla quale veniva chiesto un parere, non vincolante, sui temi trattati dall'Alleanza) a 20 membri effettivi ciascuno dei quali ha facoltà di veto e la possibilità di riconsiderare in sede separata gli argomenti respinti dal Consiglio (facoltà di reintegro). Le finalità dichiarate dal Consiglio NATO-Russia sono la pace e il disarmo. I termini del trattato prevedono la difesa su temi scottanti come la lotta al terrorismo e alla criminalità organizzata; la partecipazione ad operazioni di pace (come le missioni di ricerca e di salvataggio e la pianificazione di operazioni volte ad affrontare situazioni di emergenza) e il controllo sulla non-proliferazione delle armi di distruzione di massa. Per il momento rimane esclusa dal trattato l'integrazione di forze nazionali russe con le