Olimpiadi: confronto tra quelle antiche e moderne

Appunto inviato da holabimbo
/5

Confronto tra olimpiadi antiche e moderne: le loro caratteristiche e funzioni (2 pagine formato doc)

Le olimpiadi antiche fanno parte di quei giochi detti panellenici, poiché potevano partecipare tutti i greci.
 

Le olimpiadi moderne

 
Le Olimpiadi antiche prendono il nome dalla città di Olimpia, sede dei giochi, dove era edificato un santuario di Zeus, a cui vennero dedicati i giochi. 
All’inizio erano dei giochi “locali” ma con il passare del tempo poterono prendervi parte tutti i greci, purché fossero uomini liberi, che non abbiano compiuto dei reati (sacrilegi, omicidi), che parlassero la lingua greca e che potessero vantare degli antenati di origine greca.
Questi erano i requisiti per poter partecipare alle olimpiadi.
Ma soltanto una parte poteva realmente parteciparvi, poiché gli allenamenti costavano molto e non tutti potevano permettersi di sostenere un costo alto. 
 
Nelle prime olimpiadi l’unica gara era un’antica forma di corsa, la cui lunghezza era chiamata stadium. Da qui prende il nome l’odierno stadio.
 

Storia delle Olimpiadi

 
In seguito si aggiunsero altre gare, come la lotta, il pancrazio, il pugilato, il lancio del giavellotto e del disco, la corsa con i carri… fino a raggiungere un massimo di venti gare.
 
Le Olimpiadi diventarono molto importanti tanto che i greci iniziarono a basare uno dei loro metodi di contare gli anni a partire dalla prima olimpiade svoltasi nel 776 a.C. Erano così seguite che nei tre giorni di durata dei giochi, si sospendevano tutte le guerre in corso in Grecia. Questo fenomeno è detto tregua olimpica. I giochi si svolgevano ogni quattro anni, ed è questo periodo a essere chiamato Olimpiade, anche se poi il nome fu esteso anche ai giochi.