Origini del protestantesimo: riassunto

Appunto inviato da pipistrello
/5

Cause e conseguenze della Riforma protestante e le origini del protestantesimo: riassunto (2 pagine formato doc)

PROTESTANTESIMO RIASSUNTO

Origini del protestantesimo. Ancora oggi vi sono lotte, sotto forma di atti terroristici, tra Cattolici e Protestanti.

Per comprendere questo fenomeno bisogna correre a ritroso nel tempo fino al XVI secolo.
In questo periodo la corruzione della chiesa ha raggiunto i massimi livelli. La sua forma più evidente è la VENDITA DELLE INDULGENZE che avrebbe come scopo, il finanziamento dei lavori per la costruzione della basilica di San Pietro.
Nel territorio imperiale la raccolta di fondi, viene affidata ai Fugger, potenti banchieri di Augusta, in questo modo avviene una forte speculazione.
Oltre a questa situazione, se ne presentano altre come il NEPOTISMO ossia l’assegnazione di cariche a nipoti e più in generale a parenti.

La simonia nel Medioevo: significato

IL PROTESTANTESIMO

I Papi di questo periodo, tra cui ALESSANDRO VI, GIULIO II e LEONE X, appaiono più re che Papi, infatti dedicano molto più tempo alle funzioni temporali rispetto a quelle spirituali. Inoltre conducono una vita molto mondana.
Cardinali, Vescovi e Curati seguono il cattivo esempio, così non è raro che un Vescovo abbia a carico più di un vescovato contemporaneamente o che un Curato non risieda nella propria Parrocchia.
Tutto questo, ma in particolare la vendita delle Indulgenze, potano Martin Lutero a esporre novantacinque tesi riguardanti una vasta schiera di argomenti.
Secondo Lutero l’uomo e impotente e solo la fede in Dio lo può salvare, Lutero traduce la BIBBIA nella lingua del popolo perché tutti devono poter interpretare la Scrittura secondo la teoria del LIBERO ESAME.
Esprime inoltre importanti pareri sul SACERDOZIO UNIVERSALE cioè ognuno è sacerdote di se stesso, sui SACRAMENTI riconoscendo soltanto BATTESIMO ed EUCARESTIA che sono validi solo se soggettivi.

Riforma protestante: cause e conseguenze

RIFORMA PROTESTANTE CAUSE E CONSEGUENZE

Egli sostiene il SERVO ARBITRIO in contrasto con Erasmo da Rotterdam che sostiene il LIBERO ARBITRIO.
La Riforma protestante da vita a rivolte contadine prima appoggiate e poi condannate dallo stesso Lutero.
Si accende una lotta tra Principi ed Imperatore conclusasi con la Pace di Augusta che sancisce il diritto dei Principi di liberamente la propria religione e di imporla ai propri sudditi, muore così l’idea di CARLO V di unificare tutto sotto un un grande Impero Cattolico.
La prima conseguenza fu lo SCISMA, ENRICO VII anche per motivi personali come il ripudio della moglie CATERINA, decide di separare la Chiesa Inglese da quella Cattolica, assumendo come unica religione in Inghilterra quella PROTESTANTE.
Anche la scienza fa dei grossi passi avanti trovando però difficoltà a vincere i contrasti co la Chiesa.
Come nel caso di Copernico e di Galilei che difendendo la teoria Eliocentrica vanno contro la teoria Tolemaica, quella appoggiata dalla Chiesa.

Molto importanza va riconosciuta alla filosofia ed alla filologia, in questo periodo in opposizione al Medioevo vi è la rivalutazione delle capacità dell’uomo, unico fautore del proprio destino.