1400 e 1500: storia

Appunto inviato da qwerty85
/5

Gli avvenimenti del periodo storico tra il 1400 e il 1500: la Guerra dei cent'anni, il declino dei Comuni e la nascita delle Signorie in Italia, lo Stato della Chiesa, la crescita demografica nel '500, la Riforma protestante e Lutero, il Calvinismo, l'Umanesimo e il Rinascimento, la scoperta di nuovi mondi, gli Aztechi, i Maya e gli Incas (8 pagine formato doc)

1400 E 1500 STORIA

Europa del quattrocento.

La Guerra dei cent'anni. La guerra dei Cent'anni fu un conflitto tra Francia e Inghilterra che si disputò dal 1337 al 1453, anno in cui terminò con la vittoria della Francia. Le cause che portarono al conflitto sono molteplici: il re d'Inghilterra possedeva feudi nel territorio francese e non voleva sottomettersi al re di Francia; il re di Francia a sua volta cercava di scacciare gli inglesi dal continente. Un altro oggetto di scontro fu la Fiandra, che dipendeva economicamente dall'importazione di lana inglese, politicamente dalla Francia.
La guerra vide in un primo momento l'Inghilterra vincitrice grazie alla fanteria di arcieri, ma fu la Francia a vincere la guerra grazie soprattutto alla figura di Giovanna d'Arco, una ragazza dalle spiccate doti militari. Alla fine della guerra, l'Inghilterra aveva perso tutti i suoi possedimenti oltre la Manica, tranne Calais.

Il 1400 in Italia: riassunto

1400 AVVENIMENTI STORICI

Inghilterra. Dopo la guerra dei Cento anni in Inghilterra ci fu una vera e propria guerra civile, che vede i Lancaster e gli e gli e gli York contendersi l'ascesa al potere. Questo scontro fu chiamato Guerra delle Due Rose, dagli emblemi delle fazioni nemiche. La guerra si concluse con la vittoria dei Lancaster e l'ascesa al trono dei Tudor con Enrico VII, che in segno di riconciliazione sposò Elisabetta della casa degli York. Enrico VII ristabilì una monarchia accentratrice ripristinando il potere politico che era ormai in mano agli aristocratici locali. Non diede molta importanza al parlamento, ma piuttosto al Consiglio Regio, formato da aristocratici da lui prescelti, e alla Camera Stellata, tribunale utilizzato esclusivamente per scardinare il potere dei nobili sulle popolazioni locali.
Francia. La Francia, uscita vittoriosa dalla guerra dei Cento anni, riprese la tradizionale monarchia di accentramento del potere e di integrazione territoriale, riuscendo a battere con gli svizzeri il duca di Borgogna Carlo il Temerario. Pochi anni più tardi, la Francia conquistò anche la Bretagna e la Provenza, grazie all'intreccio dei matrimoni e successioni dinastiche.

Il 1500: periodo storico

1500 PERIODO STORICO

Borgogna. La crisi della monarchia francese durante la guerra dei Cento anni favorì la crescita politica della Borgogna. Il ducato di Borgogna era legato alla Francia solo da vincoli feudali, ma autonomo politicamente ed economicamente, perché fu concesso a Filippo l'Ardito dal padre, sovrano di Francia. Filippo, sposandosi poi con Margherita di Fiandra, riunì nel regno numerosi altri territori. Con i successori di Filippo Giovanni senza paura, Filippo il Buono e Carlo il Temerario, la Borgogna divenne uno stato potente, fino ad intimorire l'imperatore Federico III, che da alleato della stessa divenne ben presto nemico. Trovandosi senza alleati, Carlo non riuscì a mantenere vivo il ducato, che venne battuto in guerra e spartito tra Francia e Impero.
Spagna. Come Francia ed Inghilterra, anche la Spagna subì nel quattrocento grandi cambiamenti. Infatti, mentre agli inizi del quattrocento la penisola iberica era divisa in ben cinque stati (Regno di Castiglia, Regno di Portogallo, Regno di Granata, Regno di Aragona e Regno di Navarra), alla fine del secolo ne rimangono solo due: il Regno di Aragona-Castiglia (dal matrimonio tra Isabella di Castiglia e Ferdinando d'Aragona) e il Regno di Portogallo. Il Regno spagnolo dominava sulla penisola, e spesso ha cercato di assorbire il Regno portoghese, che però ha trovato espansione nella colonizzazione al di fuori della penisola.

Il 500: storia

1500 STORIA

Ungheria. Nel Regno di Ungheria il potere dei nobili fu troppo forte perché nascesse uno Stato accentrato. L'Ungheria si trovava in una posizione geografica di frontiera e, come era la più esposta alle invasioni mongole, così sarà, nel XV secolo, alle invasioni turche.
L'impero. L'impero affrontò un periodo di crisi durante il 300 e il 400. Sigismondo di Lussemburgo fu un imperatore di rilievo di questo periodo: promosse il concilio di Costanza che ovviò il problema del Grande Scisma e represse gli ussiti rivoluzionari in Boemia. Sotto Alberto II d'Austria vengono assimilati all'impero i regni di Boemia e di Ungheria per motivi dinastici.

GLI INCAS - Gli incas abitavano la zona che si estende dal Perù al Cile all'Ecuador e alla Bolivia. L'impero inca era diviso in circoscrizioni rette da governatori; a capo vi era l'imperatore, coadiuvato nell'opera da quattro funzionari, che aveva funzioni religiose, politiche e militari. L'impero era diviso in tre parti: terre del sovrano, terre dei sacerdoti e terre della comunità. L'agricoltura era praticata in poche zone perché il territorio era montuoso; i prodotti principalmente coltivati erano il mais, le patate e i cereali.