La prima guerra mondiale: cause, svolgimento e conseguenze

Appunto inviato da immagia
/5

La prima guerra mondiale: cause dello scoppio, schieramenti e svolgimento del conflitto (1 pagine formato doc)

PRIMA GUERRA MONDIALE: CAUSE, SVOLGIMENTO E CONSEGUENZE

La prima guerra mondiale.

Le cause. Come abbiamo già detto l'Europa era scossa da una serie di crisi nei rapporti internazionali e da conflitti locali che contribuirono ad acuire la tensione tra le varie potenze. L'Inghilterra, la maggiore potenza navale, industriale e coloniale del mondo, male sopportava l'aspra concorrenza commerciale della Germania, che sotto la guida dell'imperatore Guglielmo II, si era impegnata in una corsa agli armamenti navali, allo sviluppo industriale, alla conquista dei mercati internazionali, all'ingrandimento del suo impero coloniale, mirando chiaramente alla supremazia ed alla egemonia nel continente europeo.  
La Russia, fermata dal Giappone nel 1905 nelle sue mire espansionistiche in Oriente, concentrò di nuovo la sua attenzione sulla penisola balcanica, scontrandosi con gli interessi dell'Austria, che giocava anch'essa in quel settore le sue carte, spalleggiata dalla Germania. 

SCHIERAMENTI PRIMA GUERRA MONDIALE

La Francia, in fine, dal 1870 (sconfitta di Napoleone III) in poi non aveva ancora abbandonato la sua ansia di rivincita nei confronti della Germania e il desiderio di riacquistare quei territori dell'Alsazia e della Lorena che aveva dovuto cedere dopo la guerra franco prussiana.

Nel 1907 gli schieramenti contrapposti, legati ai vari interessi in gioco, erano ormai chiari, tanto che Francia, Inghilterra e Russia stipularono l'accordo della triplice intesa, in funzione anti tedesca ed anti austriaca, accordo tramutato in alleanza vera e propria nel 1914.  La tensione, anche se sotto controllo e quasi sempre circoscritta ad interessi particolari, aveva poi determinato l'affannosa corsa agli armamenti, specialmente da parte tedesca.  
Il settore balcanico risultava, comunque, il più delicato e il più aperto a possibili crisi internazionali. In Serbia era sempre più attiva all'azione degli irredentisti slavi che preoccupava l'Austria per l'integrità del suo impero: da qui il sospetto e l'ostilità con cui da Vienna si guardava al piccolo stato slavo. Fu proprio in questo settore che scoppiò la scintilla che fece esplodere la prima guerra mondiale

Prima guerra mondiale: cause e conseguenze

PRIMA GUERRA MONDIALE: RIASSUNTO

Lo scoppio. Il 28 giugno del 1914 l'arciduca Ferdinando d'Austria e sua moglie furono assassinati a Sarajevo da uno studente bosniaco. L’Austria inviò alla Serbia un durissimo ultimatum; la Serbia si disse pronta a discutere la questione, ma non accettò l'ultimatum; il 28 luglio l’Austria dichiarò guerra alla Serbia.  
L’Austria si era illusa di poter risolvere da sola il conflitto con la Serbia, invece, nel giro di pochi giorni, scattò inesorabilmente il sistema delle alleanze e l'Europa, venne trascinata in un immane conflitto che cambiò la carta geografica del continente, sconvolse i rapporti fra le più grandi potenze, cambiò la mentalità dei popoli, creò una profonda spaccatura fra i sistemi politici e politico-economici occidentali e il primo sistema politico-economico di tipo socialista (URSS), fece perdere definitivamente all'Europa l'egemonia degli affari mondiali, sacrificò milioni di vite umane e distrusse un inestimabile patrimonio di ricchezza. Anche per questi motivi molti storici definiscono alla prima guerra mondiale una guerra rivoluzionaria.  
Immediatamente la Russia scese in campo a sostegno della Serbia ed il giorno dopo anche la Francia. A sua volta la Germania dichiarava guerra alla Russia e alla Francia, ed attraverso il Belgio (neutrale) entrò in Francia, aggirando la linea fortificata francese, Maginot. A distanza di alcuni giorni anche l'Inghilterra dichiarò guerra ai tedeschi.