Inizio 900: riassunto

Appunto inviato da romanopaolo1993
/5

Storia dell'inizio del 900: la Belle Époque, Giolitti, la Prima Guerra Mondiale, il fascismo e la Rivoluzione russa (17 pagine formato doc)

INIZIO 900

L’Europa agli inizi del Novecento. La belle èpoque - All’aprirsi del nuovo secolo l’Europa era nel pieno della belle èpoque, erano gli anni del trionfo di una società borghese dinamica, ricca intraprendente, sicura di se stessa e della propria possibilità di progresso grazie all’incessante innovazione scientifico-tecnologica.

In parte ciò era vero, in parte era frutto di una percezione illusoria destinata a risolversi in modo tragico allo scoppio delle prime granate della Grande guerra.
La società europea di inizio Novecento, era infatti attraversata da tensioni fortissime: era ricca, ma con stridenti diseguaglianze economiche e sociali. Con il diritto di voto, sia pure solo quello maschile e con varie restrizioni, era riconosciuto a inizio secolo, solo ad alcuni stati. L’ampliamento della partecipazioni politiche, la sindacalizzazione del mondo del lavoro e il diffondersi di movimenti di massa (Socialisti, sindacal-rivoluzionari, nazionalisti) misero in difficoltà i sistemi politici di molti paesi europei. Ma, ancor più di quelle interne, erano le tensioni internazionali in campo coloniale ad animare le tensioni tra le potenze europee. Già con l’incidente di Fashoda , villaggio del Sudan meridionale, Parigi e Londra avevano sfiorato lo scontro armato. Successivamente entrarono in conflitto Russia e Giappone per il controllo della Manciuria e della Corea, con esiti disastrosi per la Russia.

L'Europa del primo novecento: riassunto

STORIA INIZIO 900 ITALIA

Le due Crisi Marocchine-Superata la crisi di Fashoda, Londra e Parigi avevano sottoscritto nel 1904 un patto di amicizia Entente Cordiale che riconosceva alla Francia di stabilire un protettorato in Marocco. Ciò provoco la reazione dell’imperatore tedesco fattosi paladino dell’indipendenza di quel paese, il tutto di risolse per via diplomatica con la Conferenza di Algeciras nel 1906. Dopo cinque anni la Germania accettò le pretese di Parigi sul Marocco in cambio di alcuni territori francesi nel Congo. Ma la soluzione non accontentò l’opinione pubblica in nessuno dei due paesi. I conflitti in campo coloniale di sommavano alla crescente tensione anglo-tedesca in campo navale. La Germania stava allestendo una grande flotta da guerra, gli inglesi sentendosi minacciati in un loro tradizionale primato approvarono una legge che imponeva alla flotta inglese di conservare una superiorità di almeno il 10%. La rivalità che opponeva la Germania alla Gran Bretagna sui mari e alla Francia sulla questione coloniale spinse questi due paesi a stringere un’alleanza, L’intesa cordiale. A questa si uni la Russia, nacque cosi la Triplice Intesa (1907), che si opponeva alla già esistente Triplice alleanza fra Germania, Austria - Ungheria e Italia.
Instabilità regionali dei Balcani e le Guerre Balcaniche del 1912-1913

Primo dopoguerra: riassunto

INIZIO 900: RIASSUNTO

L’Europa di cui stiamo parlando è un’Europa di stati nazionali, intendendo con questo termine organizzazioni politiche. Occorre però affermare che l’affermazione dello stato nazionale fu piena nella parte centro occidentale del continente, molto meno in quella orientale, che vedeva la presenza di tre stati multinazionali: L’impero austro-ungarico, L’impero russo e L’impero Ottomano.