Puritanesimo: caratteristiche

Appunto inviato da keme
/5

Riassunto sulle caratteristiche e sulla storia del Puritanesimo (0 pagine formato doc)

PURITANESIMO: CARATTERISTICHE

Puritanesimo - Puritani furono chiamati nel sec.XVI i protestanti piu' radicali che, ispirandosi soprattutto (ma non esclusivamente) ai principi del calvinismo, intendevano riformare la Chiesa d'Inghilterra sia sul piano dei costumi che dell'organizzazione ecclesiastica, e si battevano per una piu' netta rottura con la Chiesa di Roma.

Nel sec.
XVII molti puritani emigrarono nel Nuovo Mondo, dove cercarono di fondare una Santa repubblica: per tutto il sec. XIX il puritanesimo rimase la forma culturale egemone nella Nuova Inghilterra. Gli inizi del puritanesimo inglese si collocano durante il regno di Elisabetta I, quando i compromessi religiosi promossi dalla regina provocarono una dura posizione contestatrice di molti laureati dell'Università di Cambridge, che si fecero preti anglicani per operare mutamenti nelle chiese locali, incoraggiando l'esperienza religiosa diretta e personale, la sincera condotta morale e servizi culturali improntati nella massima semplicità. Sostenuti sul piano teologico dalle opere di Cartwright e Perkins, promotori della cosiddetta Teologia del patto, i puritani inglesi concentrarono la loro tensione riformatrice soprattutto sul culto, rifiutando le cerimonie fastose e l'uso delle vesti liturgiche.

Età puritana: riassunto per tesina

PURITANI SIGNIFICATO

Quando Giacomo I divenne re nel 1603, i puritani avanzarono anche la richiesta di abolire l'episcopato, ma alla conferenza di Hampton Court (1604) il re la respinse. Nonostante che i puritani, giudati da W. Ames e piu' tardi da R. Baxter, godessero sempre piu' del sostegno popolare, l'atteggiamento del governo e della gerarchia ecclesiastica, in particolare sotto l'arcivescovo W. Laud, divenne sempre piu' repressivo, costringendo molti puritani all'emigrazione. Quelli che rimasero costituirono un potente gruppo in seno al Partito parlamentare che, durante la guerra civile, sconfisse Carlo I. Dopo la guerra i puritani furono fino al 1660 la forza dominante in Inghilterra, ma le aspre divisioni interne (al dominio presbiteriano subentrò, con Oliver Cromwell, quello degli indipendenti o congregazionalisti) suscitarono posizioni di intolleranza ancora piu' gravi di quelle assunte dalla vecchia gerarchia.

Approfondisci: leggi tutto su Oliver Cromwell

PURITANI IN AMERICA

Con la restaurazione della monarchia (1660) fu restaurato anche l'anglicanesimo e con l'Atto di uniformità (1662), il clero puritano fu espulso dalla Chiesa d'Inghilterra. Da allora i puritani inglesi furono etichettati come “Nonconformisti”. Tra i gruppi puritani che ai primi del sec.XVII emigrarono nel Nuovo Mondo c'erano Padri Pellegrini che, nel 1620, fondarono la colonia di Plymounth. Dieci anni dopo, sotto gli auspici del Massachusetts Bay Company, avvenne la prima grande migrazione puritana in Nuova Inghilterra, che restò la loro roccaforte.Tra i protagonisti del puritanesimo americano ricordiamo R.Mather, J. Cotton, Th. Hooker e R. Williams.