Restaurazione, risorgimento, età di Cavour

Appunto inviato da novacain
/5

Appunti di storia: Congresso di Vienna, restaurazione, principi della restaurazione, nazione, nazionalismo, risorgimento, età di Cavour, guerra di Crimea, accordi di Plombieres e seconda guerra di indipendenza (4 pagine formato doc)

RESTAURAZIONE, RISORGIMENTO, ETA' DI CAVOUR

Congresso di Vienna.

Assemblea svoltasi a Vienna tra il 1824 e il 1815 che riunisce i rappresentanti degli stati europei che avevano sconfitto Napoleone: Austria, Prussia, Russia e Inghilterra; partecipa anche la Francia come paese imputato.
Questo congresso stabilisce i principi ispiratori della restaurazione, l’assetto geo-politico dell’Europa dopo la rivoluzione francese e decide il ruolo da riservare alla Francia.

RESTAURAZIONE E RISORGIMENTO

RESTAURAZIONE. Periodo della storia europea che va dal congresso di Vienna (1814-15) fino ai moti del ’48-’49, nei quali avvengono una serie di eventi che indeboliscono gli stati restaurati.
Con restaurazione si intende: 1) riportare sui propri troni i sovrani europei spodestati nel corso della rivoluzione francese e per mano di Napoleone.

Questo rispecchia il principio di legittimità,  secondo il quale un sovrano siede sul trono per volere di Dio, spodestarlo significa andare contro Dio 2)alcuni gruppi politici intendono la restaurazione come un ritorno al periodo precedente la rivoluzione francese (come se rivoluzione ed età napoleonica non fossero mai esistite) 3)creare degli stati in cui siano conciliate caratteristiche dell’ancien regim con innovazioni introdotte dalla rivoluzione francese e da Napoleone.
PRINCIPI DELLA RESTAURAZIONE:
1.    Principio di equilibrio: Gli stati si rendono conto che l’Europa è stata squilibrata dalla rivoluzione francese e da Napoleone, in particolare dalla diffusione dei principi rivoluzionari al di fuori della Francia,dai cambiamenti territoriali e dinastici e dalla guerra. Cosi si giunge alla conclusione che in Europa bisogna evitare una potenza egemone e creare un equilibrio; tutti gli stati devono essere d’accordo sulle decisioni da prendere per il continente e si propongono incontri periodici, uso di grande diplomazia e creazione di alleanze.
Si vengono a formare 2 alleanze principali: la Santa Alleanza, che vede alleati Austria, Russia e Prussica e si ispira a principi cristiani, e la quadruplice alleanza, che vede alleati Austria, Prussia e Russia ed è a sfondo politico.
2.    Principio di intervento: Quando in Europa si crea una situazione di squilibrio, gli stati devono intervenire per risolverla sia diplomaticamente che militarmente.
3.    Principio di solidarietà: Le potenze non devono contrastarsi e bisogna mantenere un buon rapporto tra gli stati.
L’assetto geo-politico viene stabilito a tavolino, senza tener conto della volontà dei popoli.

Risorgimento e restaurazione in Italia: riassunto

RESTAURAZIONE: RIASSUNTO

L’Italia cade perlopiù sotto il controllo degli Asburgo (Lombardia, Veneto, e, sotto rami collaterali, il ducato di Modena e Reggio e quello di Parma e Piacenza). L’Austria inoltre controlla il vaticano ed è alleata col regno delle due Sicilie.
La Francia deve essere punita per lo squilibrio creato, ma non in maniera eccessiva al fine di evitare reazioni; le vengono ridotti i confini, che tornano ad essere quelli precedenti alla rivoluzione e all’età napoleonica; è costretta a pagare un indennità di guerra.
Viene circondata dai cosiddetti “stati cuscinetto”, cioè stati geograficamente adiacenti ad essa che controllano e contengono eventuali iniziative di rivolta; questi stati sono il Regno Sabaudo, la Confederazione Germanica, i Paesi Bassi e la Confederazione Elvetica.