Ricerca sulla famiglia romana

Appunto inviato da simonepuppo96
/5

ricerca su una tipica famiglia nella società di Roma arcaica: dai ruoli all'interno del nucleo familiare alle divinità protettrici, i Lari e i Penati (2 pagine formato doc)

Ricerca sulla famiglia romana - La famiglia era il nucleo originario e l'asse portante della società romana.
Essa era l'insieme dei beni (degli schiavi, quando ce ne erano) e delle persone soggette alla patria potestas (inteso come il potere, genericamente illimitato, che il pater familias esercitava sui membri della propria famiglia) del pater familias. Egli, secondo le prime leggi scritte delle XII Tavole, aveva diritto di vendere o di uccidere i propri figli; alla nascita il figlio nato si accettava o si rifiutava, lasciandolo fuori dalla porta; i bimbi esposti erano destinati alla morte potevano essere raccolti e allevati come schiavi da altre persone.

LEGGI ANCHE Tema sulla donna di ieri e di oggi

All'origine della famiglia vi era l'unione tra l'uomo e la donna, ritenuto l'istituto umano fondamentale, poiché assicurava la sopravvivenza della gens, un gruppo di famiglie, che si riteneva discendessero da un antenato comune.

La famiglia era un ordinamento patriarcale non privato, bensì pubblico. Sposarsi e generare una discendenza erano, allo stesso tempo, un obbligo ed una necessità sociale.

LEGGI ANCHE Appunto sulla cultura romana

I RUOLI
•    Pater familias: Il marito possedeva tutti i poteri, la potestas, sui beni e sulle persone, che facevano parte della famiglia. Soltanto lui poteva comprare e vendere, lui si occupava in prima persona dell'educazione dei figli (all’età di 16 anni li accompagnava nel Foro per essere nominati Romani), lui compiva i sacrifici e dirigeva le cerimonie religiose, in onore delle divinità del focolare.