Ricerca sulla famiglia

Appunto inviato da anna29296
/5

la famiglia nel tempo: come è cambiato il concetto di famiglia dall'età Augustea fino ad oggi, passando per l'età del Cristianesimo e il Medioevo (2 pagine formato doc)

Ricerca sulla famiglia - Età Augustea.
Durante il periodo dell’ età Augustea vengono istituite leggi a favore della famiglia come per esempio le Leges Iuliae, emanate per incrementare il numero delle nascite che a quel tempo erano ridotte; infatti le famiglie più numerose venivano gratificate con premi in denaro. Le Leges Iuliae avevano anche lo scopo di limitare l’ adulterio da parte delle donne tanto che nei casi più gravi si ricorreva anche all’ esilio. Durante l’età Augustea la donna diventa indipendente e non è più sottoposta all’autorità del marito che diventa suo pari. Vengono inoltre istituiti provvedimenti in favore della donna: per esempio ella ottiene il diritto di poter disporre di una propria dote e di poter ottenere il divorzio.
Alla fine dell’età repubblicana viene considerata anche la discendenza in linea femminile: in caso di divorzio, se il padre si fosse dimostrato indegno, la custodia dei figli poteva essere affidata alla madre.

LEGGI ANCHE Descrizione e analisi dei vari tipi di famiglia

Inoltre questo diritto fu riconosciuto anche in campo ereditario, in quanto la donna poteva far ereditare i propri beni ai figli. Furono questi gli anni della cosiddetta “emancipazione delle donne”, durante i quali si svilupparono anche donne letterate, donne medico e donne avvocato, che esercitavano la propria professione nel foro. Per quanto riguarda la condizione infantile, nell'età augustea  bambini e bambine crescevano giocando insieme e insieme andavano alle scuole elementari dove imparavano a leggere, a scrivere, a far di conto, stenografare. Terminati i primi studi, le giovinette di buona famiglia continuavano a istruirsi privatamente: studiavano la letteratura latina e la greca, imparavano a suonare la cetra, a cantare, a danzare.

LEGGI ANCHE La crisi della famiglia e le leggi che la tutelano