Riforma protestante in Europa: riassunto

Appunto inviato da linda1983
/5

Le 95 tesi di Martin Lutero, appese da lui stesso sulla porta della cattedrale di Wittenberg (in Germania) nel 1517, diedero inizio alla Riforma protestante che si diffuse in seguito in tutta Europa. Riassunto sulle cause e conseguenze della Riforma protestante di Martin Lutero (8 pagine formato doc)

RIFORMA PROTESTANTE IN EUROPA: RIASSUNTO

La Riforma protestante in Europa.

Era il 31 ottobre 1517 il giorno in cui Martin Lutero, affiggendo le sue 95 tesi sulla porta della cattedrale di Wittenberg, diede inzio alla Riforma.
Lutero protestava contro la vendita delle indulgenze, contro la corruzione del clero, negava la validità delle scomuniche, appoggiava le tesi del sacerdozio universale e della libera lettura della Bibbia.
Lutero era l’uomo giusto al momento giusto.

Riforma protestante in Europa: cause e conseguenze

LA RIFORMA IN GERMANIA: RIASSUNTO

La Germania era infatti in piena crisi, Carlo V, impegnato contro la Francia e i Turchi, non controllava più i principi tedeschi, che quindi non esitarono ad appoggiare la Riforma per ottenere una maggiore autonomia da Roma e dall’imperatore.
Non mancarono di unirsi ai protestanti nemmeno i cavalieri, allettati dall’idea di potersi arricchire impossessandosi delle antiche proprietà della Chiesa Cattolica.
Ma al quadro fornito finora manca la tessera più importante: l’adesione alla Riforma dei contadini oppressi, che vedevano in Lutero la speranza del grande cambiamento, che desideravano già da lungo tempo.
Non bisogna però credere che Lutero impegnò mai il suo tempo per diffondere il Vangelo tra i poveri...
Lui insegnava ai giovani e ai dotti che giungevano a Wittenberg, non andava per le strade alla ricerca dei fedeli, questi giungevano a lui.

Riforma protestante e Scisma anglicano: riassunto

CONSEGUENZE DELLA RIFORMA PROTESTANTE IN EUROPA

Come fu possibile quindi la diffusione delle sue idee in ogni angolo della Germania?
E’ semplice, grazie ai profeti e alla stampa.
Come ben emerge nel romanzo “Q” di Luther Blisset infatti, coloro che più di tutti si impegnarono nell’opera di conversione del popolo furono i profeti.
Diffondere le nuove idee per le campagne non fu per questi predicatori troppo difficile.
Annunciavano al popolo ciò che questo voleva sentirsi dire; predicavano un ritorno alle origini e un’utopica società giusta senza signori nè sudditi.
Il consenso popolare fu enorme e non mancò di accrescere ancora di più, quando qualcuno, come Thomas Muntzer, legò agli ideali religiosi anche quelli politici.

Risposta della Chiesa alla Riforma protestante

DIFFUSIONE RIFORMA PROTESTANTE IN EUROPA

La diffusione della Riforma non mancò quindi di suscitare anche delle forti ribellioni come la famosa rivolta dei contadini, guidata da Thomas Muntzer, e quella della città di Mùnster provocata dagli anabattisti. I contadini non avevano paura di combattere e di ribellarsi ai potenti, perchè non avevano nulla da perdere e se avessero avuto un pò più di organizzazione per i signori tedeschi sarebbe stata davvero dura.
I profeti inoltre fornivano loro la certezza della salvezza dopo la morte, rendendoli così ancora più agguerriti.
In breve tempo l’intera Germania fu, per così dire, Riformata e questo grazie anche alla stampa.
Il tasso di analfabetismo era senza dubbio assai elevato, per questo, oltre al testo biblico tradotto in volgare, vennero diffusi moltissimi fogli volanti di propaganda.
Immagini dirette e semplici, che impressionavano e convincevano i contadini.
Anche le donne vennero coinvolte nella Riforma, come traspare nel romanzo “Q”, già richiamato, con l’esclusione però di quelle più colte, che non vedevano nella Riforma un modo per ottenere più libertà, ma solo un altro rischio di sottomissione agli uomini.
Non bisogna però credere che il fenomeno della Riforma  coinvolse solo la Germania, fu colpita infatti l’intera Europa.

.