Il Sacro Romano Impero e la nascita del Feudalesimo

Appunto inviato da ladyfranky
/5

le invasioni barbariche, l'Impero romano, le strade consolari, i Longobardi, le abbazie, i Franchi, Carlo Magno e il Sacro Romano Impero, il feudalesimo e la piramide sociale, l'economia feudale e la società curtense (2 pagine formato doc)

Il Sacro Romano Impero e la nascita del Feudalesimo - Dal 476 iniziò la fase delle occupazioni e invasioni barbariche che penetrarono in Italia (razzie con gli Unni di Attila, popolazioni che si stanziarono come i Longobardi che si insediarono in Italia settentrionale dedicandosi all’agricoltura).
Questa fu una situazione di incertezza che bloccò i traffici e le comunicazioni, che invece una volta erano garantite dall’impero romano.

Leggi anche Sacro Romano Impero: gli avvenimenti più importanti dell'epoca

L’impero romano aveva un sistema stradale efficiente con strade consolari, città fortificate con la presenza di truppe armate e i commerci e le comunicazioni erano sicure. Una città molto importante dell’impero fu Aosta, costruita come città di difesa da Augusto, perché metteva in comunicazione la pianura padana con la Francia e l’Inghilterra.
Torino fu costruita un po’ di anni prima allo stesso fine.Le strade consolari erano costruite con tecniche d’avanguardia: erano a schiena d’asino, cioè arcuate, erano lastricate.

Leggi anche Le caratteristiche principali del Feudalesimo

A lato avevano due canali di colo per la raccolta delle acque. Erano pensate per farvi transitare i carri a uso militare e civile poiché il transito dei carri non era possibile su strade sterrate. Le strade consolari erano sempre agibili anche in caso di pioggia o di neve. Quando l’impero si dissolse, queste strade, non più mantenute, caddero in rovina e passarono mille anni prima che vennero ripristinate. Roma inoltre era un centro commerciale importante: vi arrivavano il ferro dalla Toscana, la lana dalla Sardegna e dalla Corsica, il vino dalla Spagna ricchi scambi commerciali.
Dopo il 476 ci fu l’occupazione di svariati gruppi.

Leggi anche Ricerca sul Feudalesimo

I più sedentari furono i Longobardi che cercarono di rimettere ordine, di dare sicurezza ai trasporti, di rimettere in piedi l’agricoltura grazie al lavoro della piccola proprietà contadina (ai militari si dava in proprietà un appezzamento di terra, aree di proprietà statale donate ai militari). C’era una convivenza della grande proprietà fondiaria e della piccola proprietà privata.