La società nell' 800

Appunto inviato da
/5

Appunti sulla società dell'800. (2 pag - formato word) (0 pagine formato doc)

La società nell'ottocento (capitolo 4) storia LA SOCIETA' NELL' OTTOCENTO In questo periodo le città industriali e portuali ebbero una crescita rapidissima in seguito alla quale nacquero le prime conurbazioni cioè, nacquero le prime città con intorno i piccoli centri.
Questa espansione fece fruttare molto di più i proprietari terrieri. In tutte le città c'erano quartieri borghesi molto curati e quartieri operai non curati. Il rapido sviluppo inoltre permise di fare opere pubbliche per migliorare anche le condizioni di vita, vennero introdotte le reti fognarie e le reti per trasportare il gas, combustibile indispensabile. Inoltre nelle grandi città dovettero costruire dei mezzi di trasporto i più efficienti furono: la metropolitana che viaggiava sotto terra ad alta velocità e i ponti costruiti soprattutto nelle città fluviali.
Un'ultima “nascita” furono i grandi magazzini che fecero fallire i piccoli proprietari perché nei grandi magazzini i clienti vedevano la merce che sceglievano mentre nei piccoli negozi no. La classe dominante era la borghesia sia sul piano politico che sul piano economico. Anche se era la classe dominante c'erano differenze anche tra loro: c'era l'alta borghesia formata da proprietari di industrie e finanzieri; c'era la media borghesia formata da commercianti e industriali più o meno ricchi e poi c'era la bassa borghesia formata da piccoli commerciante e impiegati. La borghesia e la nobiltà erano nettamente distinti tanto che erano vietati i matrimoni tra persone delle due classi oppure erano molto rari. Le condizioni di vita nelle case tra contadini, nobili, borghesi e operai erano molto diverse. Le case dei contadini erano costituite da un solo locale in cui vivevano anche gli animali, solitamente le condizioni di vita sono molto critiche tanto che le condizioni igieniche non esistono e poi, visto il sovraffollamento è molto, di conseguenza è molto più difficile effettuare i cambi d'aria. Le case degli operai si trovano in quartieri a parte, la costruzione era scadente ed inoltre nelle case non c'erano né gabinetti né acqua potabile e di conseguenza il tasso di mortalità era molto alta. Le case dei borghesi erano fornite di ogni comodità ed erano divise in: spazi pubblici come la sala da pranzo ed il salotto e dallo spazio privato costituito dal bagno dalla cucina, a cui accedevano solo i servi, e dalla camera da letto. Le case dei nobili erano solitamente, palazzi oppure case in campagna che venivano costruiti apposta per loro. Fino a metà '800 le donne della borghesia era considerata la signora della casa che si doveva preoccupare solo dei figli e della casa, inoltre ogni suo comportamento era ritenuto sbagliato e criticato continuamente. La donna era anche esonerata da ogni carica pubblica e anche dalle votazioni proprio perché era considerata inferiore all ` uomo e incapace di saper decidere. Nella seconda metà dell'ottocento le donne rivendicarono il fatto di non poter votare e negli Stati Uniti vennero f