La società americana degli anni venti: riassunto

Appunto inviato da chinesina
/5

Lo sviluppo economico della società americana degli anni venti, gli anni ruggenti, e il conseguente crollo del '29 (8 pagine formato doc)

LA SOCIETA' AMERICANA DEGLI ANNI VENTI

La società americana degli anni Venti: la situazione economica. 1.1 Introduzione. Nei primi 25 anni del '900 l'America vide un incredibile boom economico, la prima decade del 1920 è per questo chiamata da molti storici “La Nuova Era”.

Il principale elemento di "spinta" dell'economia americana fu la prima guerra mondiale. La guerra scoppiò nel 1914, ma solo nel 1917 gli Stati Uniti entrarono apertamente nello scontro.
Prima del 1917, l'opinione pubblica americana era profondamente divisi tra i vari filoni di origine etnica. Il "vecchio blocco" americano e i gruppi anglosassoni premevano per un rapido schieramento con Inghilterra e Francia, mentre il blocco di origine tedesca faceva leva sul ricordo della guerra civile per la neutralità dello stato.

Gli anni ruggenti: tesina di maturità

PROIBIZIONISMO AMERICANO ANNI 20

Dopo il 1918, dopo la fine della guerra, Germania, Francia, Inghilterra, Russia e tutti gli altri paesi del Vecchio Continente si trovarono dinanzi ad un salatissimo costo in perdite economiche e in vite umane; gli Stati Uniti invece risentirono di una perdita minima e quando i militari americani tornarono alle loro case non trovarono nulla da ricostruire ma trovarono centinaia di possibilità per un futuro nuovo, migliore e tutto da inventare.
Per quanto concerne lo scenario internazionale, l’entusiasmo per la fine della guerra è incontenibile. Se oggi, gli anni Venti sono considerati un breve periodo di transizione in cui i sistemi totalitari muovevano i primi passi, preparando la rovina dell’Europa, per la gente di quel tempo la fine della Grande Guerra ha rappresentato la fine di un incubo e insieme un punto di svolta epocale, l’affrancamento da antichi schemi per la liberazione dell’individuo.
Interessante, risulta a tal proposito, il quadro dell’economia in seguito alla guerra. In questo quadro infatti, campeggia la crisi economica iniziata nel 1929, la più grave mai conosciuta dal sistema capitalistico industriale; questo fenomeno ebbe enormi conseguenze, non solo economico-sociali, ma anche politiche.

Rivoluzione americana: cause

ANNI 20 AMERICA: RIASSUNTO

1.2 La società industriale di massa. Iniziamo col dire che negli anni Venti–Trenta, sulla spinta della modernizzazione economico-sociale innescata proprio dalla Grande guerra, maturò l’affermazione generalizzata della società industriale di massa, che vide il dispiegarsi di alcuni processi già iniziati con la “seconda rivoluzione industriale” del tardo ottocento.
Un primo aspetto riguarda la produzione di massa e le connesse trasformazioni nell’organizzazione del lavoro. Questi fenomeni si manifestarono con largo anticipo, già nel secondo decennio del secolo negli Stati Uniti, per poi diffondersi anche in Europa a partire dagli anni trenta. Il prodotto che più di ogni altro rappresentò questa nuova fase dell’industrializzazione fu l’automobile: questo prodotto registrò in poco tempo una vera e propria esplosione, di cui gli Stati Uniti mantenevano pur sempre il primato. Accanto all’automobile, conobbe grande diffusione in questo periodo la radio: un apparecchi la cui importanza, prima ancora che economica, fu culturale e politica, poiché unitamente al cinematografo, consentì un’immediatezza, una capillarità e una rapida estensione dell’informazione, ma anche della propaganda, di gran lunga superiori a quelle consentite dal giornale.