Storia dell'Ottocento: riassunto

Appunto inviato da mcmento
/5

Riassunto della storia dell'Ottocento: Congresso di Vienna e la Santa Alleanza (5 pagine formato doc)

STORIA DELL'OTTOCENTO: RIASSUNTO

L'età della Restaurazione.

Il Congresso di Vienna e la Santa Alleanza. La sistemazione dell’Europa dopo la sconfitta di Napoleone viene decisa nel Congresso di Vienna (novembre 1814 - giugno 1815), al quale partecipano i rappresentanti delle potenze che hanno contribuito alla sconfitta della Francia: Inghilterra, Russia, Austria, Prussia; la Francia, nonostante sia potenza vinta, viene anch’essa ammessa a partecipare al Congresso.
Il congresso considera legittime solo le autorità preesistenti alla Rivoluzione francese (principio di legittimità) e restaura perciò le dinastie che erano al potere prima del 1789.
La legittimità viene però ignorata quando risulti incompatibile con il principio di equilibrio, ovvero il raggiungimento di un rapporto di forze bilanciato tra le potenze, perché nessun paese abbia una schiacciante superiorità sugli altri. Nello stesso periodo del Congresso di Vienna, Austria, Prussia, Russia e Francia stringono fra loro la cosiddetta Santa Alleanza (1815), che impegna i sovrani a prestarsi vicendevole aiuto. In realtà la Santa Alleanza, alla quale si affianca subito dopo una Quadruplice Alleanza tra Inghilterra, Russia, Austria, e Prussia, si propone di intervenire militarmente con la forza dovunque sorgano moti di ribellione di ispirazione liberale o democratica, per restaurare l’ordine (principio dell’intervento).

Tesina sull'Ottocento: storia e movimenti culturali


OTTOCENTO STORIA: RIASSUNTO

La Restaurazione in Europa e in Italia. La Restaurazione è caratterizzata dal ripristino dell’autorità assoluta dei sovrani sui propri sudditi. In Francia viene restaurata la monarchia con Luigi XVIII e i confini vengono riportati a quelli del 1792. L’impero austriaco, sotto gli Asburgo, cede il Belgio all’Olanda, ma ottiene in cambio il Veneto che, unito alla Lombardia, costituisce il Regno Lombardo-Veneto. I territori tedeschi rimangono divisi in molteplici Stati, uniti in una Confederazione germanica presieduta dall’imperatore d’Austria.  
Anche in Italia vi è la restaurazione dei legittimi sovrani. L’Austria, tramite il possesso del Regno Lombardo-Veneto, può di fatto esercitare un’influenza decisiva su tutti gli Stati italiani. Il Regno delle due Sicilie ritorna sotto il dominio dei Borboni; il Regno di Sardegna (che comprende Piemonte e Sardegna), sotto i Savoia, recupera Nizza e la Savoia e si vede assegnare il territorio della ex Repubblica di Genova.

Riassunto sull'Ottocento


STORIA DELL'800 IN ITALIA

Movimenti di opposizione e sette segrete. Le forze avversarie alla Restaurazione sono molteplici. Si possono distinguere, all’interno dell’opposizione, due correnti:
-    una liberale e moderata, costituita da borghesi e nobili di idee aperte, che punta ad una monarchia costituzionale, con una partecipazione al governo limitata ai soli ceti abbienti;
-    - una democratica e radicale, costituita da intellettuali e membri della piccola e media borghesia, che si batte per la repubblica e la sovranità popolare: L’organizzazione delle opposizioni si concretizza nelle società segrete, che fioriscono in tutta Europa. Fra le principali ricordiamo la Società dei Sublimi Maestri Perfetti o Adelfia, più diffusa nel Nord, e la Carboneria, la più importante per vivacità e impegno rivoluzionario, diffusa in tutta Europa e in particolare in Italia (soprattutto nel Regno delle due Sicilie, ma anche nell’Italia centrale e settentrionale).