I trasporti nel tempo: tesina

Appunto inviato da camelia92
/5

Tesina sull'evoluzione dei mezzi di trasporto nel tempo (4 pagine formato doc)

I TRASPORTI NEL TEMPO: TESINA

I trasporti nel tempo.

I primi veicoli usati dall’uomo furono certamente delle rudimentali slitte ricavate da tronchi di alberi per trasportare pesanti carichi.
Ma le invenzioni fondamentali nella storia dei trasporti furono la ruota e la vela.
L’introduzione della ruota per fabbricare vasi nel 3500 a.C. circa, a opera dei Sumeri, portò allo sviluppo della ruota come mezzo di trasporto.
Nei primi carri di cui si ha testimonianza, le ruote formavano un pezzo unico con gli assi, i quali erano assicurati sotto il corpo del carro mediante cinghie di cuoio. Solo in un secondo tempo si giunse agli assi fissi sui quali le ruote ruotavano separatamente.
A partire dal 2000 a.C. divenne di uso comune, nel Medio Oriente, un tipo di ruota con un mozzo per l’asse e un cerchione esterno.

Tesina sui trasporti


I MEZZI DI TRASPORTO: TESINA

Per oltre 5000 anni i più efficienti mezzi di trasporto su strada furono i carri e le carrozze trainati dai cavalli.
Col sorgere delle prime civiltà e con lo sviluppo dei villaggi i mezzi di trasporto terrestri cominciarono ad assumere grande importanza.
Tra l’800 e il 900 d.C. comparvero in Europa i ferri per gli zoccoli e le staffe che facilitarono gli spostamenti di uomini e di merci con carri trainati da cavalli. Tali invenzioni, unitamente ai progressi raggiunti nella costruzione dei veicoli, concorsero allo sviluppo del commercio in Europa.
L’uso delle diligenze, per il trasporto di merci e di passeggeri, fu introdotto nel XV secolo. I rapidi progressi delle conoscenze tecniche e nelle abilità artigianali favorirono la costruzione, nel 1700, di carrozze più veloci e confortevoli.
La propulsione a mezzo del vapore era già nota ai tempi dei Greci: nel 130 a.C. il greco Erone costruì un modello di macchina (eolipila) nel quale getti di vapore, prodotti dall’acqua in ebollizione, provocavano la rotazione del recipiente sul proprio asse.
Attorno al 1770 furono costruiti dei motori a vapore, abbastanza potenti da far funzionare delle macchine nelle miniere e nelle fabbriche.
Lo sviluppo dei trasporti, causa ed effetto di altre innumerevoli trasformazioni, occupa un posto determinante nella storia della rivoluzione industriale. Nel 1780 circa James Watt costruì i primi motori a vapore adatti per veicoli.

Storia dei mezzi di trasporto: tesina


I MEZZI DI TRASPORTO IERI E OGGI

I trasporti ferroviari furono notevolmente avvantaggiati quando nella costruzione delle rotaie, già adottata nelle miniere del secolo XVI per far scorrere i vagoncini carichi di carbone, il legno fu sostituito dal ferro.
La prima locomotiva a vapore fu costruita dall’ingegnere inglese Richard Trevithick nei primi anni del 1800, mentre nel 1829 George Stephenson costruì la più bella locomotiva a vapore di quei tempi.
La prima ferrovia pubblica fu inaugurata in Inghilterra nel 1825; la prima linea ferroviaria  italiana venne costruita nel Regno delle due Sicilie e collegò Napoli a Portici con un tratto di 8 km.
Nel 1859 George Pullman costruì il primo vagone di lusso per passeggeri.
Nel 1882 fu introdotto in Inghilterra il tipo di carrozze a corridoio laterale e piccoli scompartimenti.
Nel 1881, in Germania, Werner von Siemens escogitò un sistema di linee aeree per i tram e i treni elettrici.
Nel 1890 entrò in funzione, nella ferrovia sotterranea di Londra, la prima locomotiva elettrica che fu soprannominata “Padded Cell” (cella imbottita) a causa dei minuscoli finestrini. Nel 1892, Sir Rudolf Diesel inventò il motore che porta il suo nome e che si rivelò più economico di quello a vapore.