Tutto il programma di storia della V° liceo

Appunto inviato da
/5

Mega riassuntone di tutto il programma di storia della V° liceo. (92 PAGINE !!!) COMMENTO : molto ben fatto, complimenti all'autore. (0 pagine formato doc)

LaStoriaContemporanea ITALIA  DAL 1861 AL 1876 - LA DESTRA ITALIANA   Il giovane Regno d' italia appena nato , si trovò davanti a questioni risorgimentali molto importanti , tra le quali primeggiva sicuramente il compimento dell ` unità territoriale totale ; Il Regno italiano , infatti , non poteva ancora contare su Venezia , repubblica indipendente , e su Roma , sotto il papato .
Scomparso Cavour , il posto di capo del Governo passò a Ricasoli , che però non seppe portare avanti la questione romana come il predecessore , così da arenarla ; lo stesso re Vittorio Emanuele 2 , che già tentennava su questa questione , abbandonò Ricasoi , che nel 1862 fu costretto alle dimissioni , lasciando via libera al Governo al leader della Sinistra piemontese Rattazzi . Questi già pensava a conquistare i due territori mancanti , e già aveva preparato eserciti volontari di garibaldini , eserciti che comunque fu costretto a ritirare , poiche nè l' Austria , nè l' Inghilterra , nè soprattutto la Francia avrebbero assistito alla fine del potere pontificio senza intervenire .
Garibaldi era già pronto per invadere Roma ed aveva portato il suo esercito in Sicilia , ma ciò provocò l' ira di Napoleone 3 , il quale minacciò guerra ; Rattazzi fu costretto allora a dichiarare in stato d' assedio l' isola e ad inviare l' esercito contro Garibaldi stesso , che fu ferito ed imprigionato nella battaglia d' Aspromonte . Caduto il governo di Rattazzi , a capo del governo passò il moderato Minghetti ( 1864 ) , che giunse alla Convenzione di settembre con Napoleone . Quest' ultimo ritirava le truppe in difesa del papato , sostituite da quelle italiane , mentre la capitale italiana passava da Torino a Firenze . Questa convenzione , però , scatenò gravi tumulti , così il governo di minghetti cadde ; il suo posto fu preso dal generale piemontese Lamarmora , che nell' estate del 1866 diede il via alla Terza Guerra d' Indipendenza con l' annessione di Venezia e del Veneto al Regno d' Italia . Infatti allo scoppio della guerra fra Prussia ed Austria , l' Italia si trovò al fianco della Prussia . L' annessione di Veneto e Trentino fu comunque possibile solo grazie alle vittorie dei nostri alleati , in quanto il nostro esercito subì gravi sconfitte a Custoza e Lissa , mentre i nostri alleati prevalsero a Sadowa . Con la pace di Vienna il Veneto passò all' Italia , mentre il Trentino rimase ( per ora ) sotto il controllo austriaco . Tornato nel 1867 al potere Rattazzi , Garibaldi provò una nuova spedizione contro Roma , ma questa volta Napoleone inviò le sue truppe che portarono così ad un nuovo fallimento dei garibaldini . L' occasione di rivincita arrivò il 2 settembre del 1870 , quando a Sedan l' esercito prussiano rifilò a quello francese una durissima sconfitta nella quale lo stesso Napoleone fu catturato : l' esercito italiano , sotto il governo di Lanza partì il 20 settembre verso Roma ed entrato attraverso la breccia di Porta Pia , costrinse il Papa Pio 9 alla fuga e portò l' anne