I protagonisti del Risorgimento italiano

Appunto inviato da ann123
/5

Vita e ideali dei protagonisti del Risorgimento italiano: Mazzini, Garibaldi, Cattaneo, Gioberti, Balbo e D'Azeglio, Savoia e Cavour (2 pagine formato doc)

PROTAGONISTI RISORGIMENTO

Mazzini:

  • nato a Genova nel 1805, di laureò in legge nel ’27
  • nello stesso anno si iscrive alla Carboneria, della quale però contesta l’eccessiva segretezza e la mancanza di organizzazione
  • viene denunciato nel 1830 ed arrestato.
    Dopo tre mesi di carcere deve scegliere tra esilio e confino. Sceglie l’esilio.
  • Vagabonda in varie città europee
  • Nel 1831 muore Carlo Felice e gli succede Carlo Alberto.
  • Lo stesso anno gli manda una lettera per spronarlo a prendere il comando del movimento per l’unità. Il re gli risponde con una bella ordinanza d’arresto.
  • Fonda la Giovine Italia (sempre nel ’31), movimento per l'Unità d'Italia, libera e REPUBBLICANA.
    Si differenzia dalla Carboneria perché, pur conservando l’anonimato dei membri, rende quanto più pubbliche è possibile le sue imprese, cercando di coinvolgere il popolo, fino ad allora quasi sempre all’oscuro di ciò che macchinavano all’interno delle società segrete. Inoltre i motti della G.I. erano: Dio&Popolo e Pensiero&Azione.
  • Tra l’83 e l’84 l’organizzazione viene decimata da condanne e processi.
  • Mazzini, constatata l’eccessiva immaturità dell’Italia riguardo alla politica, fonda a Berna la Giovine Europa con l’intento di diffondere la sua ideologia anche tra gli altri popoli.
  • Nel 1840 fonda l’unione degli operai italiani, ma incolpato della morte dei fratelli Bandiera, si vede abbandonato dalla benevolenza dell’opinione pubblica, che si spingerà sul fronte moderato.
  • Nel 1848 fa parte del triumvirato di Roma.
  • Fonda il Partito D’azione.
  • Avventura di Pisacane nel 1857
  • Abbandonata la politica Italiana, che criticherà sempre, si trasferisce all’estero.
  • Muore nel 1872 a PISA.

Dio e Popolo:

  • Concezione diversa di storia,come espressione dell’attività creatrice di Dio
  • Dio, incessante creatore
  • Popolo, non come unione di masse lavoratrici, ma come aggregato di classi.
  • Roma dei Cesari, Roma dei Papi, Roma del Popolo

Gli eroi del Risorgimento italiano: tema

I GRANDI PERSONAGGI DEL RISORGIMENTO ITALIANO

Garibaldi:

  • nasce a Nizza nel 1807. Giovanissimo entra in marina, e diventa Capitano.
  • Entra nella Giovine Italia e fa da tramite tra la marina Sabauda e la sua società segreta.
  • Scoperto, viene condannato a morte in contumacia. Scappa in America Meridionale dove partecipa all’insurrezione di Montevideo.
  • Torna in Italia nel 1848, partecipò ad alcuni moti risorgimentali.
  • Nel 1859 diresse il corpo dei Cacciatori delle Alpi che avevano il compito di disturbare lungo i confini per causare la reazione austriaca.
  • Nel 1860 condusse la spedizione con i Mille partendo da Quarto e sbarcando a Marsala.
  • Dopo l’unità, Giuseppe Garibaldi decise di attaccare Roma con l’intento di annetterla alla nuova nazione, ma venne ostacolato dallo stesso Cavour.
  • Partecipò a diverse altre insurrezioni fino alla sua morte nel 1882
  • Di lui si è detto che forse non avesse una mira politica ben definita, in quanto combatté sia per la repubblica sia sotto le insegne sabaude. Tuttavia non si può sminuire il ruolo fondamentale che ebbe durante il Risorgimento italiano, ma anche successivamente, incarnando l’idea di Eroe in tutto e per tutto.

Il Risorgimento italiano: riassunto

GIOVANI EROI DEL RISORGIMENTO

Carlo Cattaneo:

  • sostenitore della tesi federalista ( con Ferrari)
  • era contrario sia al moderatismo filo-sabaudo (che prevedeva l’espansione dei savoia senza rispetto delle identità regionali) sia alla visione della storia di Mazzini.
    Egli prevedeva il federalismo come conservazione delle diverse identità regionali, creando uno stato repubblicano, democratico e federale, sul modello degli Stati Uniti.

Vincenzo Gioberti:

Sostenitore della tesi neoguelfa. Essa prevedeva uno stato federale con a capo il papa. La sua tesi era molto gettonata in quanto avrebbe eliminato i dazi doganali esistenti di regione in regione. Alla fine egli stesso abbandonò la sua idea, favorendo l’espansionismo di casa Savoia.

Balbo e D’Azeglio

Sostenevano la necessità di un’aggregazione di principi italiani che scacciassero gli invasori, spingendo gli Austriaci a spostare le proprie mire espansionistiche nei Balcani, abbandonando i territori italiani. Successivamente avrebbero creato uno stato federale, guidato dai Savoia. Successivamente abbandonò la tesi federalista, favorendo il dominio Savoia.

Risorgimento italiano: riassunto breve

PERSONAGGI DELL'UNITA' D'ITALIA

Savoia: Gli esponenti di questa stirpe ebbero un ruolo fondamentale nel risorgimento italiano. I sovrani coinvolti dal 1815 al 1860 furono: Vittorio Emanuele I, Carlo Felice, Carlo Alberto, Vittorio Emanuele II.

Camillo Benso Conte di CavourFiglio cadetto di una nobile famiglia, Cavour, una volta cacciato dall’accademia militare, ebbe l’occasione di viaggiare in Europa venendo a contatto con le diverse identità politiche dell’epoca.
Fu un sostenitore del Liberismo e del Liberalismo.
Del liberismo, perché il libero scambio era essenziale per lo sviluppo economico di uno stato;
del Liberalismo, inteso non come democrazia ma come parlamentarismo, perché giudicava pericoloso il suffragio universale, che dava il potere anche a chi non era capace di amministrarlo.