Materiali conduttori

Appunto inviato da nutellomane
/5

Descrizione delle caratteristiche dei vari materiali conduttori in uso. (6 pg - formato word) (0 pagine formato doc)

MATERIALI CONDUTTORI MATERIALI CONDUTTORI I materiali conduttori che trovano maggiore impiego nel campo dell'elettrotecnica e della radioelettronica sono: l'argento, l'oro, il rame, il nichel, l'alluminio, lo stagno, il tungsteno, ecc.
ARGENTO L'argento è il migliore conduttore di elettricità, con una conducibilità maggiore del 4/8% rispetto a quella del rame. Esso si trova in natura sotto forma di solfuro di argento (argentite) e di bisolfuro di piombo (galena argentifera). L'estrazione dell'argento dai suoi minerali si ottiene col procedimento del piombo; il minerale di argento viene disciolto nel piombo fuso, sul quale l'argento puro galleggia in superficie, mentre le scorie precipitano sotto l'azione di opportuni solventi. L'affinamento dell'argento viene eseguito elettroliticamente in un bagno leggermente acido di nitrato di argento, in cui il metallo grezzo agisce da anodo e una foglia d'argento da catodo.
L'argento puro si presenta con un colore bianco splendente di altissimo potere riflettente, possiede un elevato grado di malleabilità e di duttilità di poco inferiori a quelle dell'oro tanto che è possibile ridurlo in lamine sottilissime nelle quali, per trasparenza, appare di colore blu. per la sua saldatura l'argento viene portato ad una temperatura vicina a quella di fusione e quindi martellato. ORO L'oro è un metallo pesante lucente, come il rame e l'argento, particolarmente prezioso. Si ottiene dai suoi minerali come il quarzo aurifero, polverizzando il minerale, lavandolo sopra lamine di rame, ricoperte da uno strato di amalgama. L'oro si scioglie nell'amalgama che successivamente viene raschiata e separata per distillazione. L'oro si scioglie nell'acqua regia, che è una miscela di una parte di acido nitrico e tre di acido cloridrico concentrati, formando l'acido cloroaurico HauCl4. Scaldando quest'acido si ottiene l'oro puro. L'oro nell'elettronica è molto usato nella fabbricazione dei circuiti stampati, nei contatti dei relè, ecc… RAME Il rame è, dopo l'argento, il migliore conduttore di elettricità; esso costituisce il metallo più importante nelle costruzioni elettromeccaniche e vi trova impiego sia come materiale conduttore, sia come costituente principale di un certo numero di leghe che vengono usate per diversi scopi per le loro doti di tenacità, di resistenza meccanica, di resistenza all'usura e alla corrosione. Il rame si trova in natura assai diffusamente, allo stato libero (rame nativo) con alto grado di purezza, nei minerali a base di solfuro di rame (calcopirite, calcosite) e nei minerali a base di ossidi (cupirite, malachite). A seconda della composizione, i minerali del rame vengono sottoposti a procedimenti di torrefazione e fusione, i quali consentono l'eliminazione delle ganghe e dei solfuri. Dopo questi processi, si ottiene il cosiddetto rame nero, il quale contiene ancora ferro e zolfo e che deve essere perciò raffinato o per via elettrolitica o nel forno a riverbero a seconda della sua composizione. Il me