Prova di trazione

Appunto inviato da bronko09
/5

In breve,relazione su una prova di trazione più la tabella di alcuni risultati e il disegno a CAD del sistema di bloccaggio della provetta. (0 pagine formato doc)

Prove di trazione e maccchinari PROVA DI TRAZIONE La prova di trazione, serve per determinare il comportamento meccanico di un materiale soggetto a sollecitazioni di trazione statica applicata nel baricentro della sezione del materiale e agente secondo la direzione dell'asse del corpo.
Queste prove vengono effettuate su speciali provini cilindrici o a sezione rettangolare e possono essere di ogni tipo di materiale (nella nostra esperienza abbiamo considerato un C40, Alluminio puro e un acciaio altamente legato). Esiste una relazione tra la forza (corrispondente alla resistenza del provino) e l'allungamento, tale relazione ci fornisce importanti informazioni su alcune delle proprietà meccaniche caratteristiche del materiale preso in esame: Carico di snervamento Carico massimo Allungamento percentuale Strizione Coefficiente percentuale di strizione Descrizione del macchinario: La macchina utilizzata è una Galdabini. Essa è costituita da una robusta incastellatura a portale con la traversa e i tiranti collegati al pistone.
La macchina è completata dal quadro di comando con i pulsanti di avviamento e di arresto della pompa, le manopole e le leve per la regolazione dei carichi e della portata dell'olio compreso e il dinamometro a pendolo per l'indicazione del carico applicato, nel quadro di comando è presente anche un quadrante. Ci sono due indici, quello mobile è il trasportato e l'altro è il trasposto; se l'indice si muove in modo uniforme la prova è valida. Una pompa che comprime l'olio alimenta il cilindro di potenza della macchina. Nel quadro di comando è sistemato il dispositivo per la registrazione del diagramma carichi - allungamenti. Le macchine per la prova di trazione appartengono in generale alla prima classe e devono presentare al massimo un errore di misura del 1%. Si raggiungono limiti di errore ancora più stretti (0,5%), con macchine per la prova di trazione, munite di dinamometri a pesi scorrevoli (presente nei modelli più recenti). Svolgimento della prova: La prova di resistenza a trazione o semplicemente prova di trazione, consiste nel sottoporre una provetta del materiale in esame a un carico lungo l'asse della provetta. Il carico va applicato gradatamente e con continuità sino a provocarne la rottura. La provetta deve avere forma e dimensioni unificate: - diametro 10mm+/-0.075 - tratto utile Lu = 50mm+/-0.5 - tratto calibrato compreso fra Lc = 50/70 mm+/-0.5 Per l'esecuzione della prova la provetta viene bloccata nel dispositivo di bloccaggio della macchina (sotto raffigurato). Quindi viene posta in trazione con una opportuna velocità di crescita del carico. Prima abbiamo una fase di assestamento, cioè un breve momento in cui la provetta viene lasciata sotto carico costante per consentire alla macchina di prepararsi. Lo sforzo applicato è leggibile sul quadrante e viene registrato con un dispositivo che fornisce il diagramma carichi - allungamenti. I grafici allegati mostrano il comportamento del materiale sotto prova di trazione