Strutture di elevazione

Appunto inviato da chiarabrugnara
/5

Appunto riguardante la spiegazione delle strutture di elevazione secondo la norma uni 8290 (5 pagine formato pdf)

Con il termine struttura portante in elevazione si identifica l’insieme degli elementi costruttivi che, insieme alle strutture di
fondazione, costituiscono l'ossatura portante dell'organismo architettonico.

Possono essere realizzate secondo due sistemi strutturali distinti:
· SISTEMI CONTINUI, caratterizzati dalla presenza di elementi verticali che, oltre ad assolvere alla funzione statica
principale, contribuiscono alla delimitazione separazione degli spazi;
· SISTEMI PUNTIFORMI, caratterizzati da elementi verticali lineari (pilastri) con esclusiva funzione statica.


Si possono avere i vari sistemi strutturali diversi procedimenti costruttivi:
· Tradizionali, in cui l'esecuzione delle elaborazioni avviene direttamente sul luogo dell'intervento
· Industrializzati, in cui l'impegno manuale in cantiere viene supportato dall'intervento di attrezzature
· Prefabbricati, in cui gli elementi e i sistemi costruttivi vengono predeterminati e precostituiti in luoghi diversi da quelli
dell'opera.
STRUTTURA PORTANTE IN ELEVAZIONE A TELAIO
Le strutture portanti in elevazione a telaio sono strutture puntiformi costituite da supporti verticali isolati (i pilastri) ed elementi
orizzontali lineari (le travi) e bidimensionali (i solai) connessi in modo da formare un insieme omogeneo.
I carichi verticali arrivano
a solaio, e attraverso le travi giungono ai pilastri.


All'interno delle strutture portanti a telaio assume particolare importanza l'esecuzione dei giunti strutturali fra i diversi
componenti.
Essi costituendo gli elementi che garantiscono la continuità statica della struttura e quindi la stabilità dell'edificio,
risultano essere punti maggiormente sollecitati dell'intero reticolo portante.
Le strutture portanti in elevazione a telaio possono essere suddivise in:
· TELAI IN CEMENTO ARMATO: è dato dalla combinazione di calcestruzzo e armatura metallica. Il conglomerato
cementizio garantisce la resistenza agli sforzi di compressione, mentre l'armatura interna offre quella resistenza a
trazione e flessione assente nel calcestruzzo. Tra gli svantaggi c’e la scarsa coibenza termica e acustica, la difficoltà di
adattamento, demolizione e smaltimento e il notevole peso proprio fanno preferire in alcuni casi altre soluzioni costruttive.