Tossicologia: definizione e caratteristiche

Appunto inviato da karlat81
/5

Definizione e principi della tossicologia, classificazione dei tossici, farmaci, veleni e curva dose-risposta (18 pagine formato doc)

TOSSICOLOGIA: DEFINIZIONE E DI COSA SI OCCUPA

Principi generali.

La TOSSICOLOGIA si occupa dello studio qualitativo e quantitativo degli effetti dei composti tossici/farmaci.
SCOPI FONDAMENTALI DELLA TOSSICOLOGIA sono:
•    Descrizione dell’effetto tossico e del meccanismo d’azione (stima qualitativa della pericolosità)
•    Valutazione della probabilità dell’insorgenza di danni alla Salute a determinate esposizioni (stima quantitativa del rischio)
FUNZIONE DEI TOSSICOLOGI: studio del meccanismo d’azione di sostanze tossiche che causano sia effetti immediati che ritardati
contribuire alle conoscenze fisiologiche e farmacologiche tramite l’uso di sostanze tossiche
I TOSSICOLOGI inoltre:
Sono spesso coinvolti nello sviluppo di nuovi farmaci e pesticidi;
Sviluppano antidoti in grado di prevenire i danni da avvelenamento da parte di sostanze tossiche;
Stabiliscono quali sono i livelli massimi accettabili di sostanze tossiche nelle industrie
Stabiliscono quali sono gli standard per la concentrazione di inquinanti ambientali
La tossicologia è una scienza e un’arte allo stesso tempo
I tossicologi devono infatti studiare gli effetti di una sostanza tossica in animali da laboratorio e dai risultati ottenuti prevedere quelli che saranno gli effetti sull’uomo
1975 - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA - STIMA DEL RISCHIO
La tossicologia è antica quanto è antico l’uomo.

La circolazione del sangue ai tempi di Galeno

AVVELENAMENTO TOSSICOLOGIA

Casi di avvelenamento si incontrano con frequenza regolare nella storia dei popoli
PAPIRO di EBER 1500 a.c. prime notizie sulla cicuta, aconito, oppio, piombo, rame, antimonio.
Ippocrate 400 a.c.

informò su tossicologia clinica
Teofrasto (370-286 a.c.) De Historia Plantarum
Discoride primo tentativo di classificazione dei veleni: animali vegetali e minerali
Mitridate VI – mitridatismo capacità di acquisire una forma di immunizzazione verso i veleni assumendone dosi prima minime e poi via via crescenti……
L’avvelenamento si diffuse talmente tra i romani che nell’82 a.c. venne emanata la prima legge (legge Cornelia) che condannava l’avvelenamento e regolava l’uso dei veleni…
Da qui la necessità dello studio del materiale autoptico
Orfila medico e scienziato spagnolo alla corte francese (1787-1853) fu il primo che usò l’analisi chimica e l’autopsia come prova legale di avvelenamento
Magendie (1809) studiò per primo il meccanismo d’azione della stricnina e del veleno usato per le frecce
Claude Bernard (1950) studiò il meccanismo d’azione del CO
Alcuni fatti più di altri hanno stimolato lo sviluppo della tossicologia:
•     Metodi di analisi sempre più sofisticati
•     Anestetici e disinfettanti come etere, cloroformio, CO2
•     Composti chimici organici, come benzene toluene e xilene
•     Sostanze radioattive
•     Vitamine – uso per la prima volta in larga scala degli animali da esperimento
•     Arsenico nella cura della sifilide (1920)
•    Proibizionismo - uso dei sostituti dell’alcool (metanolo, triortocresilfosfato)
•     Piombo tetraetile è stato usato per sostituire l’alcool causando drammatici effetti spastici