I diritti umani: riassunto

Appunto inviato da livia1983 Voto 8

Storia e tutela internazionale dei diritti umani: riassunto (50 pagine formato doc)

DIRITTI UMANI: RIASSUNTO

Tutela Internazionale dei diritti umani.
Lezione del 01 marzo 2005
LEZIONE 1
“ANTECEDENTI STORICI.
DALLE CARTAE MEDIOEVALI ALLA RIVOLUZIONE FRANCESE
I diritti umani sono inalienabili. Nessun individuo può rinunciarvi o cederli, in quanto spettano ad ogni individuo. Questa, è un’idea di stampo giusnaturalistica, in base alla quale, i diritti umani, hanno carattere universale, e spettano a tutti.


Generazione di diritti:
1a Diritti civili e politici: questi sono diritti di matrice occidentale;
2a Diritti economici, sociali e culturali: di matrice socialista;
3a Diritti all’ambiente e allo sviluppo.
Questi diritti sono ormai riconosciuti da tutti gli stati.

Tutto sulla Rivoluzione americana

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI UMANI: RIASSUNTO

Dichiarazione d’indipendenza statunitense 1966.
Bill of Rights.
Origine: c’è chi la fa risalire al Cristianesimo, ma sembra un po’ esagerato. Tra il 10° e il 13° se-colo, in Italia, si sono affermati delle Carte in cui conti, marchesi, riconoscevano diritti ai sudditi: erano patti tra loro e nono c’erano disposizioni unilaterali. Una tesi più affermata li fa risalire al medioevo:
Diritto alla vita: si sarebbe protetto l’omicidio;
Il diritto alla proprietà, in queste carte, non era garantito a tutti ma solo ai nobili.

Nessun diritto era riconosciuto ai figli illegittimi, ai servi, agli schiavi, agli stranieri.
Con la Magna Carta, concessa nel 1215 da Giovanni senza Terra, il re accettò di autolimitare i propri poteri, concedendo alla Chiesa anglicana certi benefici, e il diritto alla chiesa, di essere libera da ogni ingerenza statale. Ai cittadini viene riconosciuto il diritto a non essere tassati eccessivamente, il diritto ad un processo imparziale, all’eguaglianza di fronte alla legge e il di-ritto delle vedove di non risposarsi.
La rivoluzione inglese, termina con la dichiarazione dei diritti di Guglielmo III (Bill of Rights).

Storia dei diritti umani: riassunto

BREVE STORIA DEI DIRITTI UMANI: RIASSUNTO

Per l’indipendenza dei coloni americani, fu invocata la Magna Carta, diventata una specie di Co-stituzione.
Nel 1678, viene stabilito che ci deve essere un rischio per arrestare una persona e nel 1688 si ha il Bill of Right.
Si afferma il giusnaturalismo che sostiene l’esistere di diritti umani preesistenti allo Stato.
Hobbes ha una visione secondo la quale vince il più forte, e alla base del potere c’è un patto tra sovrano e popolo: Stato di natura pessimistico.
Locke, individua uno Stato di natura più ottimistico, in base al quale, gli uomini sono favorevoli alla solidarietà, e secondo la sua concezione, per uscire dallo Stato di natura è necessario un patto sociale per proteggere i 3 diritti fondamentali:
- Alla vita;
- Alla proprietà;
- Alla libertà.

Rivoluzione Americana e nascita degli Stati Uniti d'America: cronologia, battaglie e protagonisti