I beni pubblici

Appunto inviato da redazione
/5

La locuzione "beni pubblici" si riferisce ai beni che appartengono allo Stato od ad altri enti pubblici (c.d. patrimonio dello Stato), e che costituiscono gli strumenti attraverso i quali la P.A. realizza le finalità assegnatele dall'ordinamento (4 pagine formato doc)

Lezione 14 Lezione 14I BENI PUBBLICI La locuzione "beni pubblici" si riferisce ai beni che appartengono allo Stato od ad altri enti pubblici (c.d.
patrimonio dello Stato), e che costituiscono gli strumenti attraverso i quali la P.A. realizza le finalità assegnatele dall'ordinamento. I beni pubblici appartengono allo Stato od ad altri enti pubblici: c.d. "proprietà pubblica".La PROPRIETÀ PUBBLICA non è un istituto paragonabile alla proprietà privata: il soggetto pubblico proprietario di beni pubblici è centro d'imputazione di situazioni giuridiche caratterizzate prevalentemente da doverosità. La proprietà pubblica, invero, è sempre  espressione di un dovere e la sua gestione, pertanto, è sempre esercizio di una funzione.La dottrina, in proposito distingue :1. PROPRIETÀ PUBBLICA INDIVIDUALE = locuzione che descrive un rapporto dominicale esclusivo ed impenetrabile tra l'ente cui è attribuita la titolarità del bene ed il bene stesso (es.
i beni  demaniali e del patrimonio indisponibile destinati alla difesa nazionale). L'interesse portato dall'ente pubblico cui il bene appartiene, infatti, emerge  costantemente come interesse primario, rispetto a qualsivoglia interesse, anche di natura pubblica, che concorre sul bene pubblico medesimo.Ciò che si riflette anche sui rapporti consequenziali (es. uso dei beni sarà solo eccezionalmente concesso ai terzi).Generalmente, i beni in proprietà pubblica individuale sono distinti in:a) beni a destinazione aziendale = tutti i beni appositamente destinati ai servizi pubblici (es. i beni destinati alla difesa nazionale, gli edifici destinati ad ospitare uffici, gli acquedotti...);b) beni a destinazione nazionale = beni necessariamente destinati allo sfruttamento industriale ed alla produzione di risorse e di utilità di preminente interesse pubblico (es. cave, torbiere...).2.  PROPRIETÀ PUBBLICA COLLETTIVA = locuzione che descrive un rapporto dominicale aperto ed elastico tra l'ente cui il bene appartiene ed il bene stesso. Il bene, infatti, è destinato all'uso generale, libero e gratuito da parte di chiunque. Ne deriva che l'interesse portato dall'ente cui il bene è attribuito in "appartenenza" non è considerato preminente ed esclusivo (es. la maggior parte dei beni del demanio marittimo, i parchi pubblici...).I BENI PUBBLICI sono distinti in:1. beni pubblici DEMANIALI = categoria disomogenea di beni pubblici in cui sono collocati i beni immobili, e le relative pertinenze, nonché le universalità di mobili, che appartengono agli enti pubblici territoriali. Per l'acquisto e la perdita della demanialità bisogna distinguere: a) beni "naturali" (es. lido del mare). L'acquisto della demanialità è automatico, poiché coincide con l'esistenza del bene, che consente la sua sussumibilità nelle categorie codicistiche. La perdita della demanialità, al contrario, può essere automatica, per il venir meno del bene, o legata ad una determinazione legislativa, che dispone la sdemanializzazione del bene (con conseguente passaggio al