I servizi pubblici

Appunto inviato da redazione
/5

La locuzione "servizi pubblici" abbraccia quelle attività che hanno ad oggetto prestazioni che rispondono ad esigenze espresse dalla comunità nazionale, ma che il mercato non produce (4 pagine formato doc)

Lezione 13 Lezione 13I SERVIZI PUBBLICI L'attività dell'amministrazione ha ad oggetto, genericamente, la cura degli interessi della collettività nazionale.
Ciò che porta la P.A. ad operare in settori sempre più numerosi, non sempre con il supporto di forme di organizzazione e gestione amministrativa. Tale situazione si registra, soprattutto, per i compiti e le attività "secondarie". Assunte, cioè, tra le attribuzioni dell'amministrazione con l'evolversi del panorama socio-economico-politco. Ed è questo l'ambito elettivo dei servizi pubblici. La locuzione "SERVIZI PUBBLICI" abbraccia quelle attività che hanno ad oggetto prestazioni che, rispondono ad esigenze espresse dalla comunità nazionale, ma che il mercato non produce oppure  produce non rispettando le condizioni di equilibrio tra domanda ed offerta e/o non garantendo l'accesso ad esse a tutti i membri della collettività.Di qui la necessità, che l'amministrazione assuma tra i propri compiti istituzionali (c.d. Stato-sociale) queste attività per:1.
supplire alla carenza d'iniziativa privata, e garantire la produzione e l'erogazione delle prestazioni alla collettività;2. riequilibrare, dal punto di vista socio-economico, la fruizione delle prestazioni, garantendo il godimento di esse alla collettività.Per tal via, queste attività, in origine facoltativamente esercitate dall'amministrazione, sono, oggi,  necessariamente ed oggettivamente pubbliche, anche se non di pertinenza esclusiva della P.A.. Tale ampliamento definitivo dei settori d'intervento dell'amministrazione ha prodotto: 1. modifiche nell'organizzazione dell'amministrazione: a) STRUTTURALI. L'amministrazione, che interviene nel mercato per produrre ed erogare, secondo certe modalità, delle prestazioni, si deve dotare di una struttura più flessibile. Di qui il pluralismo delle amministrazioni pubbliche, dapprima ancorato allo sviluppo ed alla valorizzazione delle autonomie locali, e quindi al polimorfismo istituzionale, con la creazione di strutture autonome sempre più ispirate ai modelli imprenditoriali privati. b) OPERATIVE. I compiti (o settori d'intervento) primari della P.A., radicati nel concetto stesso di Stato, sono organizzati in forma amministrativa: tanto la disciplina organizzativa che quella dell'attività restano affidate al diritto amministrativo. Cioè a dire, sono attività e servizi amministrativi, tecnici, o misti, che richiedono apparati differenziati, e che quindi realizzano un decentramento funzionale, che sono svolte, talvolta, con le forme ed i mezzi del diritto privato, ma per le quali resta prevalente la componente di diritto amministrativo (es. l'istruzione primaria e secondari, l'istruzione universitaria, la ricerca tecnologica e scientifica, le tutela dell'ambiente e dei beni culturali, la difesa e l'ordine pubblico, l'attività finanziaria pubblica).I compiti (o settori d'intervento) "secondari" della P.A., al contrario, sono organizzati e gestiti in forma privata: la disciplina organizzativa è modellata sull