Corte Costituzionale: composizione e durata carica del Presidente

Appunto inviato da angelagrandolfo91
/5

Composizione ordinaria e composizione speciale della Corte Costituzionale, durata e vicende della carica, funzionamento, lo status di giudice costituzionale, il Presidente della Corte costituzionale, autonomia, i giudizi di incostituzionalità: procedimento in via incidentale e in via principale, le sentenze della C.C., i conflitti di attribuzione e i giudizi di accusa (10 pagine formato doc)

CORTE COSTITUZIONALE: COMPOSIZIONE E DURATA CARICA DEL PRESIDENTE

La Corte Costituzionale.

Con l'introduzione della Costituzione repubblicana di tipo rigido si è immediatamente palesata l'esigenza di creare un organo costituzionale con il compito di sindacare l'operato del legislatore ordinario, al fine di verificarne la conformità alla Costituzione.
Il meccanismo di controllo della costituzionalità garantisce l'esistenza e la sopravvivenza dello Stato di diritto.
La nostra Costituzione ha creato un organo ad hoc che presenta dei caratteri propri che ne fanno un tipo a sé: appunto la Corte Costituzionale.
1. Nozione e natura giurisdizionale della sua attività
La Corte Costituzionale è un organo il cui compito primario è il controllo della costituzionalità della legge.
Pertanto, la Consulta deve considerarsi un organo:
- costituzionale, sia per il tipo di funzioni che esercita sia per il trattamento che la Costituzione le riserva e le riconosce;
- collegiale, in quanto esercita le sue funzioni sempre in composizione collegiale;
- imparziale;
- superiorem non recognoscens;
- con funzioni giurisdizionali costituzionali, in quanto il suo compito fondamentale è quello di giudicare della legittimità costituzionale delle leggi.

Corte Costituzionale e le sue funzioni: riassunto


CORTE COSTITUZIONALE: FUNZIONI

2.

Composizione e funzionamento. Il Costituente ha previsto un'articolata composizione di quest'organo al fine di costituire un collegio super partes, svincolato cioè dagli interessi dei partiti e dagli altri organi costituzionali, per garantirne l'effettiva neutralità ed imparzialità di azione.
A) Composizione ordinaria (nei casi di controversie sulla legittimità costituzionale delle leggi, di conflitti di attribuzione...)
Nella sua composizione ordinaria, la Corte Costituzionale si compone di 15 giudici nominati:
5 dalle supreme magistrature dello Stato;
5 dal Parlamento riunito in seduta comune;
5 dal Presidente della Repubblica.
Tale particolare composizione configura la Corte Costituzionale come l'espressione di un orientamento politico ampio e profondo.
I giudici costituzionali devono essere scelti, senza limiti di età, fra particolari categorie di persone: magistrati delle giurisdizioni superiori, avvocati con esercizio professionale almeno ventennale e professori ordinari di università in materie giuridiche.
B) Composizione per i giudizi di accusa
Nei giudizi di accusa contro il Presidente della Repubblica la composizione della Corte Costituzionale è diversa in quanto integrata da altri membri.
Ai predetti giudici costituzionali vengono affiancati sedici membri (giudici aggregati) tratti a sorte da un elenco di persone che comprende i cittadini che hanno i requisiti per l'eleggibilità a Senatore; tale elenco è compilato dal Parlamento in seduta comune ogni nove anni.
La presenza dei giudici aggregati tende ad accentuare il carattere politico dei giudizi di accusa che si stacca dalle scelte di maggioranza.

Corte Costituzionale: composizione e funzioni


PRESIDENTE CORTE COSTITUZIONALE DURATA CARICA

C) Durata e vicende della carica
I giudici, prima di assumere le funzioni, prestano giuramento di fedeltà alla Costituzione e alle leggi nelle mani del Capo dello Stato, alla presenza dei Presidenti delle due Camere.
I giudici restano in carica 9 anni e non possono essere rieletti (art. 135).
Questa permanenza piuttosto lunga è stabilita per evitare bruschi e improvvisi mutamenti di giurisprudenza; mentre la non rieleggibiltà dei giudici tende a spoliticizzare l'organo e ad evitare che si formi in seno al collegio un feudo del potere politico.
D) Funzionamento
In composizione ordinaria, la Corte Costituzionale funziona con l'intervento di almeno undici giudici; in tal modo si è cercato di evitare il blocco dell'attività della Corte Costituzionale, possibile nel caso le sue decisioni fossero valide solo con l'intervento di tutti i suoi componenti.
In composizione allargata, invece, è richiesto l'intervento di almeno 21 membri e sempre con la maggioranza di giudici non togati.

Corte Costituzionale: composizione, funzioni e sentenze