Diritto della navigazione

Appunto inviato da laurapipati
/5

Riassunto completo e organico del libro di Mancuso (36 pagine formato doc)

Parte I: Introduzione allo studio del diritto della navigazione Capitolo I: Definizione e caratteri.
(pag. 3 – 12) Il concetto di diritto della navigazione L’articolo 1 del codice della navigazione recita che “in materia di navigazione, marittima, interna ed aerea, si applicano il presente codice, le leggi, i regolamenti, le norme corporative e gli usi ad esse relative. Ove manchino disposizioni del diritto della navigazione e non ve ne siano applicabili per analogia si applica il diritto civile”. Il sistema della navigazione è relativo agli istituti regolati dal codice, ma anche a tutti quelli attinenti alla materia marittima, aeronautica e della navigazione interna, ancorché regolati a parte siano essi civilistici, amministrativistici o internazionalistici. Diritto privato e diritto pubblico Il diritto della navigazione è caratterizzato dal ricorrente e contestuale riferimento, oltre che ad istituti di natura privatistica (che ne costituiscono il nucleo originale e tradizionale), ad istituti tipici del diritto pubblico (come avviene, ad esempio, con riguardo alla gestione ed utilizzazione dei beni ap-partenenti al demanio marittimo ed aereo), senza dire dei molteplici casi in cui una singola fattispecie (ad esempio il comandante della nave) viene regolata sulla scorta dei principi propri del diritto pubblico e privato che si intersecano, armonizzandosi a vicenda..