CONTRATTO (DIRITTO PRIVATO)

Appunto inviato da danmast
/5

struttura ed efficacia del contratto - patologie strutturali e funzionali del contratto - alcuni contratti tipici (15 pagine formato doc)

Untitled AUTONOMIA PRIVATA CONTRATTO Definizione Il contratto è un atto di autoregolamentazione di interessi privati, che si caratterizza in quanto accordo di due o più parti inteso a costituire, regolare o estinguere un rapporto giuridico avente natura patrimoniale.
Le parti possono liberamente stipulare o meno il contratto, determinarne il contenuto, concludere contratti atipici nei limiti imposti dalla legge. Le parti possono anche concludere contratti che non appartengano ai tipi aventi una disciplina particolare, purché siano diretti a realizzare interessi meritevoli di tutela secondo l'ordinamento giuridico. Tutti i contratti, sebbene non appartengano ai tipi che hanno una disciplina particolare, sono sottoposti alle norme generali.
Inoltre, il legislatore estende la disciplina del contratto anche agli atti unilaterali (cioè quelli che si perfezionano in virtù della dichiarazione di volontà di una sola parte) tra vivi aventi contenuto patrimoniale. I requisiti del contratto sono: l'accordo delle parti; la causa; l'oggetto; la forma (scritta ? scrittura privata o atto pubblico) quando prescritta a pena di nullità; l'inosservanza dell'obbligo di chiarezza dà luogo invece al solo risarcimento del danno Classificazione dei contratti Contratti tipici: contratti che per la loro frequenza o importanza vengono espressamente disciplinati dal legislatore. Contratti atipici: le parti sono comunque libere di concludere contratti che non sono previsti dal legislatore (atipici) purché siano diretti a realizzare interessi meritevoli di tutela secondo l'ordinamento giuridico (art. 1322 cod. civ.). Contratti con due parti. Contratti plurilaterali; in questo tipo di contratti il vizio derivante da una parte non coinvolge necessariamente la sorte dell'intero contratto Contratti a prestazioni corrispettive assolvono ad una funzione di scambio: ne discende che i vizi o difetti di una parte di una delle due parti si ripercuotono anche sull'altra (sinallagma) Contratti unilaterali cioè prestazioni a carico di una sola parte: non sono suscettibili di risoluzione a causa della mancanza del sinallagma (ad es. fideiussione o comodato) Contratti a titolo oneroso Contratti a titolo gratuito Contratti di scambio in cui la prestazione di ciascuna parte è a vantaggio della controparte. Contratti associativi in cui la prestazione di ciascuno è diretta al conseguimento di uno scopo comune. Contratti commutativi in cui vantaggi e vantaggi possono essere previsti e calcolati fin dal momento della conclusione del contratto Contratti aleatori in cui elemento essenziale è l'esistenza di un'incertezza, sulla base del quale il contratto si sviluppa Contratti ad esecuzione istantanea in cui la prestazione delle parti è concentrata in un dato momento, immediato o differito Contratti di durata in cui la prestazione continua nel tempo o si ripete periodicamente. Contratti a forma libera. Contratti a forma vincolata o solenne. Contratti consensuali che si perfezionano con l'accordo tr