Le Persone, Diritto Romano: Remo Martini

Appunto inviato da ilbernard
/5

"..Gaio passa a trattare delle persone con una fondamentale divisione circa il diritto relativo ad esse (summa divisio de iure personarum). Egli infatti distingue fra liberi e schiavi. Nell'ambito dei liberi si distingue ulteriormente: gli ingenui (coloro che erano nati liberi), dai liberti (coloro nati schiavi venuti liberi in seguito)..." (5 pagine formato doc)

Gaio passa a trattare delle persone con una fondamentale divisione circa il diritto relativo ad esse(summa divisio de iure personarum).Egli infatti distingue fra liberi e schiavi.
Nell'ambito dei liberi si distingue ulteriormente: gli ingenui(coloro che erano nati liberi),dai liberti( coloro nati schiavi venuti liberi in seguito).

LE PERSONE - DIRITTO ROMANO (Clicca qui >>)


Anche i liberti potevano essere a loro volta di 3 tipi: cittadini,latini(stessa situazione degli antichi abitanti del Lazio), o assimilati ai dediticii(detti dediticiorum numero).
E' importante soffermarsi sul fatto che Gaio comunque chiama persona sia i liberi che gli schiavi, quali destinati appunto a norme giuridiche( ius quod ad personas pertinet ).

LINEAMENTI DI DIRITTO PRIVATO ROMANO (Clicca qui >>)


Ulpiano nel D.
1,1,4 afferma che all'origine la schiavitu' era sconosciuta  in quanto per diritto naturale tutti sarebbero nati liberi.
Nelle Istituzioni di Giustiniano vengono illustrate alcune delle cause della schiavitu' da quella della cattura come prigioniero, a quella di nascita da madre schiava.Ma anche lo stesso cittadino romano poteva diventare schiavo come a chi per es.
avesso voluto frodare qualcuno.

APPUNTI DI ISTITUZIONI DI DIRITTO ROMANO (Clicca qui >>)


Quanto ai modi di manomettere lo schiavo facendolo libero, quelli conformi allo Ius civile, Gaio ne elenca 3 in epoca classica: la manumissio vindicata, quella censu e quella testamento.