Tecnica della comunicazione aziendale

Appunto inviato da laraffy
/5

La comunicazione; i fattori chiave della competizione; la dimensione economico-aziendale; globalizazione dei mercati e concorrenza; i benefici della comunicazione... (13 pagine formato doc)

La gestione del consenso si manifesta con 5 comportamenti alternativi: LA COMUNICAZIONE: SOGGETTI EMITTENTI E SOGGETTI RICEVENTI La comunicazione aziendale può essere verbale o non verbale (scritta o gestuale).
Il soggetto emittente (il quale può essere persona, ufficio, azienda…quindi persona fisica o giuridica), ha in mente un messaggio il quale lo trasferisce secondo un linguaggio comune (che fa da codifica). Il soggetto ricevente decodifica il medesimo messaggio e eventualmente ne comunica uno di risposta (reazione). Sul percorso il messaggio può trovare dei rumori, ovvero degli elementi disturbatori della ricezione: un'errata definizione del linguaggio, rumori provenienti dallo spazio (ambientali) o dal tempo (condizioni temporali). Tali elementi fanno sì che il messaggio venga percepito in modo distorto e che la reazione avvenga nel modo errato.
I soggetti riceventi sono molto vari: gli acquirenti principali o chi sta intorno ad essi, i soggetti a monte o a valle dell'attività dell'impresa (coloro che in essa hanno interessi:stakeholders). I FATTORI CHIAVE DELLA COMPETIZIONE I fattori chiave della competizione varia nel tempo, in base alle condizioni di mercato molto diverse (es: un tempo la competizione era molto limitata). I fattori chiave della competizione moderna sono: -comando (una comunicazione fatta da una posizione di comando ha importanza, ma per avere comando bisogna conoscere mercato); -comunicazione; -controllo, verifica a posteriori se la comunicazione determinata dal comando si è realizzata (sebbene sia padrone dell'azienda, riconosco i miei limiti e le mie capacità, devo controllarmi); -intelligence, capacità di acquisire informazioni (se non ho un sistema di intelligence potente che mi informa sul mercato non posso avere un'ottima comunicazione,ma se i miei messaggi, i miei prodotti sono sbagliati, sostengo solo costi, non ho ricavo). LA COMUNICAZIONE E' UN FENOMENO COMPLESSO Un fenomeno complesso dalle molteplici dimensioni: -Psicologia: la comunicazione studia i fenomeni propri della comunicazione concentrandosi sull'individuo. -Sociologia: assume il gruppo come centro dello studio e ne analizza il vario manifestarsi. -Tecnologia: aspetto della comunicazione maggiormente approfondito dai politecnici che sviluppo i metodi di trasferimento e i tempi della comunicazione. -Giurisprudenza: studia le norme della comunicazione ed in particolar modo il confine con atti leciti ed illeciti. -Etica: parte non ancora codificata e spesso nemmeno codificabile della comunicazione (es. tutela del consumatore). -Economia: studia le comunicazioni in due grandi aree disciplinari, quali: area macroeconomica:studio della comunicazione nel sistema del rapporto economico (es. incidenza della pubblicità sul PIL) area aziendale:la comunicazione viene studiata in relazione all'economia d'impresa sotto un punto di vista aziendale. Il centro focale dello studio è quindi l'impresa (es. che tipo di comunicazione deve utilizzare l'azienda?) LA