Filosofia del diritto: appunti su Kelsen, Hume e Kant

Appunto inviato da sugarlove1988
/5

Appunti di filosofia del diritto sul linguaggio, positivismo giuridico, teoria di Kelsen e la legge di Hume (14 pagine formato doc)

FILOSOFIA DEL DIRITTO: APPUNTI SULLA TEORIA DI KELSEN, LINGUAGGIO E POSITIVISMO GIURIDICO

La filosofia.

La filosofia del diritto è l’applicazione di una visione di concezioni generali del mondo. La filosofia del diritto dei filosofi consiste nel rendere il diritto come oggetto di attenzione teorica da parte della filosofia intesa come forma superiore di conoscenza della realtà. Dalla conoscenza empirica del diritto la filosofia del diritto si differenzia in quanto cono-scenza collocata su un diverso piano: ontologia metafisica. Si delinea la differenza fra quid ius che sono le proprietà essenziali del diritto e quid iuris che rappresentano le caratteristiche contingenti dei diritti storicamente esistenti.
Il metodo usato dalla filosofia del diritto è dall’alto verso il basso, mediante il metodo sintetico.

L'empirismo scettico di Hume: riassunto

FILOSOFIA DEL DIRITTO KELSEN

La filosofia del diritto dei giuristi è il metodo dal basso verso l’alto mediante un continuo contatto con il mondo empirico del diritto. È il metodo analitico. I discorsi dei giuristi servo-no per chiarire i concetti che ne fanno parte e i procedimenti attraverso cui i giuristi li producono (metadiscorso). La filosofia del diritto dei giuristi è la chiarificazione concettuale per sciogliere i nodi della pratica del diritto. I discorsi dei giuristi sono nella prospettiva della contestualizzazione storico/sociologica/culturale.

Appunti di filosofia del diritto

LEGGE DI HUME FILOSOFIA DEL DIRITTO

Concezione critico-metodologica. La rivoluzione scientifica è:
- Il rifiuto del principio di autorità;
- Il sapere costruito secondo regole di metodo;
- Contrabbilità delle osservazioni,
- Condivisione intersoggettiva del sapere.
La concezione critico-metodologica è la contrapposizione tra il sapere scientifico, circo-scritto, ma rigoroso e controllabile e il sapere filosofico, orientato alla conoscenza della realtà nel suo complesso ed aspirante alla conoscenza assoluta, ma privo di evidenze ra-zionali e non controllabili. Secondo filosofi come KantHume la filosofia non è la strada alternativa e superiore rispetto a quella della scienza per conseguire la conoscenza della realtà. Per David Hume la filosofia è la riflessione critica ai diversi ambiti di attività umana.

Appunti di filosofia del diritto su: Kelsen, Bobbio, Ross e Hart

FILOSOFIA DEL DIRITTO APPUNTI

Agli inizi del novecento si afferma l’attenzione sulla centralità della dimensione linguistica in tutti gli ambiti dell’esperienza umana e si ritiene che il compito critico della filosofia debba essere svolto con specifico riguardo al linguaggio.
La scienza è un linguaggio. Il diritto è un diverso tipo di linguaggio, la cui costruzione e interpretazione costituiscono l’aspetto essenziale dell’attività dei giuristi.
La filosofia ha inizialmente affrontato il chiarimento della natura, della funzione dei re-quisiti e delle difficoltà dei linguaggi delle scienze. Successivamente, ha posto l’attenzione sui discorsi dell’etica, in generale, e del diritto, in particolare, favorendo la comprensione, e talora, indicando la strada per la soluzione dei problemi.