Gestione delle risorse umane

Appunto inviato da xhen
/5

Tutto il necessario per passare l'esame di Gestione delle risorse umane (economia lum jean monnet magistrale) e per Human resources Management (economia lum jean monnet triennale) include appunti presi a lezione (non si trovano sui libri!) riassunti libro change management + riassunti libro manager ad alta quota (29 pagine formato doc)

L’impresa è un sistema costituito da persone (e quindi da componenti cultura, capacità, competenze e mente) organizzata in processi, procedure, relazioni e da tecnologie (strumenti, macchine, sistemi informativi), poste in un ambiente.
Ogni persona di questo sistema impresa agisce attraverso una interpretazione; un errato modello di questa interpretazione rappresenta la base di gravi errori di carattere decisionale e gestionale.
È necessario, quindi, capire come indirizzare il sistema verso il business. Innanzitutto partiamo con l’analisi dei modelli di comportamento e della loro evoluzione nel corso del tempo.
Il primo modello epistemologico di comportamento si sviluppa tra gli anni ’48-70 con Skinner e ha le sue radici nella visione neopositivista del mondo di Comte che cercava di spiegare il mondo attraverso gli esperimenti scientifici e riteneva la realtà come oggettiva e inimitabile.
Tale comportamento detto comportamentismo fonda il suo paradigma sul fatto che esiste una realtà con i suoi meccanismi di funzionamento in cui c’è sempre una relazione di causa-effetto che la scienza ha l’obiettivo di identificare.
Da un punto di vista concreto, il comportamentismo sostiene che la mente non esiste e che l’essere umano genera degli stimoli di cui ne misura l’effetto; qualora questi sono positivi ne acquista il comportamento che li ha generati (rinforzo), ossia apprende, qualora questi stimoli sono negativi, ossia non generano apprendimento, si ha disconferma.
Dunque il comportamento vede il comportamento come una funzione matematica secondo cui: comportamento= f.stimoli  m --- comportamento ideale=f (stimolo ideale).