Ingegneria navale e tecnologie marine

Appunto inviato da sarastor
/5

Dispensa riguardante gli impianti navali (110 pagine formato pdf)

L’A.M.
deve soddisfare ad una molteplicità di esigenze tra cui: realizzare la velocità di progetto, realizzare l’autonomia, minimizzare pesi ed ingombri, minimizzare i costi di acquisto e di gestione, essere affidabile. L’A.M. è progettato per una specifica imbarcazione. I componenti principali sono: motore primo, trasmissione, propulsore. I parametri principali che influenzano il progetto dellA.M. risultano: · tipologia di motore e propulsore · numero di assi · potenza e numero di giri · inversione del moto Di seguito sono riportati alcuni concetti generali sui criteri di scelta degli impianti di propulsione. 3.1 MOTORE PRINCIPALE Converte l'energia chimica contenuta nel combustibile in energia meccanica. Il motore primo produce una potenza meccanica.
Propulsione elettrica · il propulsore e’ azionato da un motore elettrico, generalmente direttamente calettato sull’asse (ossia senza riduttore), · l’energia elettrica e’ prodotta da diesel-alternatori, · consente configurazioni molto flessibili perche’ il motore primo non e’ meccanicamente connesso al propulsore (es. SWATH), · consente operativita’ molto flessibile perche’ sono installati piu’ motori primi che vengono inseriti in funzione del carico · non viene comunemente utilizzata per il diporto per l’elevato costo di costruzione e di esercizio. Spazi disponibili Lo spazio di A.M. e’ in generale considerato perso per gli obiettivi della barca per cui si cerca di minimizzarlo. D’altronde le prestazioni della barca dipendono in gran parte dagli impianti sistemati nella zona A.M. per cui occorre un attento studio delle sistemazioni in A.M.