Architettura hardware

Appunto inviato da angeltweety23
/5

Tipologia elaboratori, memoria di massa, memoria secondaria, macchina di van neumman, periferiche (19 pagine formato pdf)

1.
Architettura dell'elaboratore 1.1 Concetti iniziali 1.1.1 Distinzione fra Hardware e Software Un sistema informatico è l'insieme di molte parti che cooperano per memorizzare e manipolare l'informazione. Studiare l'architettura di un sistema informatico significa individuarne le varie parti, comprenderne il principio generale di funzionamento ed intuire come le singole parti interagiscono fra di loro. Una prima, iniziale suddivisione del sistema informatico viene fatta distinguendo due componenti separate ma mutuamente dipendenti: l'hardware e il software. Con il termine hardware si intende l'insieme hardware delle componenti fisiche, in particolare circuiti elettronici, che eseguono operazioni elementari mentre il software è l'insieme dei programmi che vengono eseguiti dal sistema.
Viene detta Information Tecnology (IT) l'insieme di tutte le tecnologie usate per creare, memorizzare, elaborare e trasmettere l'informazione nelle sue varie forme (dati numerici, audio, immagini, filmati, etc. software Sinonimo del termine è telematica, la fusione cioè di telefonia ed informatica. 1.1.2 Tipologia di elaboratori Con il termine elaboratore elettronico si designano sistemi informatici con un medesimo modello teorico, ma caratteristiche ed utilizzi molto diversi. Vengono quindi definite alcune categorie, dai confini non sempre ben definiti, in cui trovano posto i vari computer, dai più semplici ai più complessi. Un laptop o notebook computer è un sistema ad utente singolo di ridotte dimensione; i primi posti in commercio avevano la dimensione di una valigetta, mentre adesso sono grandi quanto un'agenda e hanno un peso di pochi chili. Il loro processo di riduzione ha quasi raggiunto il limite inferiore perché ulteriori diminuzioni non consentirebbero una tastiera ed uno schermo funzionali ed efficaci. Un personal computer (PC) è un piccolo sistema indipendente in termini di risorse e dedicato ad un notebook 6 unico utente. Normalmente è formato da un corpo centrale (che contiene il processore e la memoria), da un monitor, da un mouse e da una tastiera. I network computer sono degli elaboratori costituiti da un processore, memoria RAM e ROM e da circuiti per collegarsi ad una rete locale o ad Internet. Quando vengono accesi si collegano immediatamente alla rete per sfruttare le risorse di quest'ultima, i vantaggi che presentano sono il basso costo, la semplicità nelle funzioni e la minor probabilità di guasti. Simile al personal è la workstation, che ne mantiene la struttura base, ma è potenziata in tutte le sue componenti; il monitor risulta essere di notevoli dimensioni per visualizzare anche immagini ad alta definizione, mentre uno o più processori consentono di trattare una grosse mole di dati (di solito di natura grafica). Negli ultimi tempi, grazie al workstation continuo progresso, risulta difficile distinguere un PC di fascia alta da una workstation. Quando le persone che accedono al sistema informatico sono dell'ordine delle decine si passa ai m