Filologia Romanza, di A. Varvaro

Appunto inviato da atramgiac
/5

Sintesi dei primi 26 capitoli libro "Linguistica Romanza" di Alberto Varvaro (22 pagine formato doc)

Cos'è la Linguistica Romanza
Della Linguistica1, scienza sviluppatasi sul finire del XVIII sec, fa parte la Linguistica Romanza che studia tutti gli aspetti (fonetica, morfologia, sintassi, lessicologia, dialettologia, sociolinguistica, tipologia) delle lingue che hanno origine da una evoluzione della lingua latina.


L'insieme caotico delle lingue ad oggi parlate sul nostro Pianeta viene classificato in diversi modi, il più comune è quello di tipo genealogico (a cui si adatta perfettamente il solo gruppo romanzo) secondo cui ogni lingua deriva da una proto-lingua o lingua madre; poi c'è la classificazione tipologica (Schlegel 1818), che distingue le lingue tra isolanti, agglutinanti, flessive; un'altra possibile classificazione linguistica è quella di ordine geografico che ben si adatta ad esempio alle lingue cosiddette Semitiche.

Le lingue romanze, tutte pressoché di tipo flessivo, sono unite dal denominatore comune latino, ma sono esse stesse un sottoinsieme di un imponente gruppo linguistico, quello indoeuropeo.
Si è ipotizzato che da una immaginaria lingua madre (l'indoeuropeo2 appunto) si siano poi diversificate molte delle lingue tutt'ora parlate. Sono state poi postulate varie sottofamiglie appartenenti al ceppo indoeuropeo tra cui le lingue germaniche, celtiche, romanze.
Le lingue romanze sono il solo caso per ora documentato in cui da una lingua attestata come il latino si sia poi sviluppata un'intera famiglia (questo non certo senza problemi, alcune lingue sono più romanze di altre).

La linguistica romanza include: fonetica, morfologia, sintassi, lessicologia, dialettologia, sociolinguistica, pragmatica e tipologia.

1 In Italia è in uso anche il sinonimo "glottologia".

2 Di cui non si ha alcuna testimonianza diretta.


.