Stress e rischi psicosociali nelle organizzazioni

Appunto inviato da serepuffetta
/5

Riassunto completo del libro: "Stress e rischi psicosociali nelle organizzazioni" di Fraccaroli e Balducci (21 pagine formato pdf)

Le recenti ricerche in ambito psicologico e sociologico hanno individuato i “nuovi rischi”: i fattori di 
rischio psicosociale.
Si tratta di antecedenti dello stress che influiscono negativamente sulla salute 
e sulla sicurezza dell’individuo.


I primi studi sullo stress risalgono alla prima metà del 1900 e rientrano nell’ambito medico. Seyle 
aveva parlato di Sindrome generale di adattamento, che consiste nel tentativo dell’organismo di 
far fronte a una minaccia attraverso una risposta che si articola in una fase di allarme, di resistenza 
e di esaurimento finale.
Tale risposta è aspecifica, cioè si verifica indipendentemente dalla natura 
dello stimolo nocivo e si aggiunge alle conseguenze specifiche dello stesso.


Cannon aveva invece descritto la risposta di attacco-fuga, che comprende una serie di 
cambiamenti fisiologici che interessano il SN simpatico e che si verificano in risposta alla 
percezione di una minaccia ambientale.


Il rilascio di catecolamine da parte del SN simpatico 
aumenta lo stato di attivazione dell’organismo, comportando in particolare, un incremento del 
battito cardiaco e della pressione sanguigna che, se cronico può portare allo sviluppo di patologie 
cardiovascolari.