Dispensa Di Psicologia della comunicazione

Appunto inviato da genny47
/5

Psicologia della comunicazione (84 pagine formato doc)

Capitolo 1 Inquadramanto storico e teorico sulla comunicazione - - Introduzione La comunicazione è un'attività eminentemente sociale infatti essa avviene soltanto all'interno di gruppi o comunità.
Socialità e comunicazione sono due dimensioni separate ma intrinsecamente interdipendenti. La comunicazione è partecipazione in quanto sottende l'accordo su significati condivisi e negoziati all'interno di un gruppo o comunità, pertanto essa ha una matrice culturale e una natura convenzionale. La comunicazione è un'attività eminentemente cognitiva in quanto vi è una stretta interdipendenza tra pensiero e comunicazione. La comunicazione è strettamente connessa all'azione in quanto comunicare è sempre fare qualcosa.
In questa prospettiva la comunicazione non è disgiunta dalla discomunicazione (comunicazione menzognera, ironica, seduttiva ecc.) in quanto esiste un continuum tra esse - Teorie Il punto di vista matematico: comunicazione come trasmissione di informazioni. Definizione di INFORMAZIONE: E' la differenza tra due o più elementi (o dati), quindi non è intesa come notizia o conoscenza in sè. Questa nozione è alla base dell'informatica e della cibernetica. Approccio matematico della comunicazione (Shannon e Weaver): Comunicazione come comportamento spiegabile secondo logica S-R. Seguendo tale modello la comunicazione è intesa come trasmissione di informazioni. Questo modello è stato arricchito successivamente dalla nozione di feedback col quale si intende la quantità di informazione che dal ricevente ritorna all'emittente. Feedback positivo: aumenta l'informazione d'ingresso. Feedback negativo: riduce l'informazione d'ingresso per mantenere stabilità nel sistema comunicativo (omeostasi). Rumore: Insieme degli elementi ambientali (e non) che interferiscono con la trasmissione del segnale. Il rapporto segnale/rumore deve essere superiore a zero affinchè vi sia una probabilità che il destinatario riceva il segnale. Filtro: Altro concetto importante che indica il processo di selezione di alcuni aspetti e proprietà del segnale rispetto ad altri nell'operazione di decodifica. L'approccio semiotico: la comunicazione come significazione e come segno. La semiotica (o semiologia) studia la vita dei segni nel quadro della vita sociale. Significazione: E' il processo attraverso cui vengono prodotti i significati. Tale proceso fa riferimento, da un lato, al referente ( oggetti ed eventi su cui comunicare) e dall'altro a un codice (sistemi impiegati dai attori per comunicare fra loro). Diagramma della significazione (Ogden e Richards): esso mette in relazione tre aspetti differenti: SIMBOLO: per esempio il termine linguistico. REFERENTE: l'oggetto o evento che è comunicato. REFERENZA: la rappresentazione mentale di tale oggeto o evento. Referenza Simbolo Referente Il simbolo non ha alcun rapporto con la realtà (referente) ma solo con il concetto o idea mentale (referenza). La convinzione che vi sia un legame diretto tra segno e referente è definito da Eco fallaci