Psicologia Generale

Appunto inviato da robertastaglian93
/5

Riassunto sulle tematiche principali di psicologia generale. Appunti per l'università (6 pagine formato doc)

Psicologia Generale - Appunti per l'università con definizioni e spiegazioni.
1)PSICOLOGIA INGENUA( o del senso comune): teoria fondata non su controlli scientifici ma sulla vostra esperienza personale.

PSICOLOGIA GENERALE: come disciplina scientifica è iniziata nell’800 in Germania, per poi affermarsi gradualmente nei paesi anglosassoni e, oggi, in tutto il mondo. Lo strumento principale per costruire una teoria scientifica è il metodo sperimentale. Gli esperimenti funzionano così: una variabile, detta indipendente, deve essere controllata dallo sperimentatore; dalla variazione di questa dipende la prestazione psicologica misurata.
La psicologia è una scienza che ha l’obiettivo di studiare il comportamento umano e le sue motivazioni.
Indaga sulle dimensioni individuali e sulle modalità sociali che l’uomo utilizza.

Leggi anche: Concetti di psicologia generale

FOCALIZZAZIONE MENTALE: concentrazione su un aspetto parziale di un problema.
DECISIONE STATISTICA: la ricerca in psicologia, e nelle altre discipline sperimentali, procede così : prima si precisa l’ipotesi di ricerca da studiare, poi si definisce l’ipotesi contraria (nulla) da testare e da verificare sperimentalmente. A questo punto si decide la regione critica per un eventuale suo rifiuto e si allestisce il controllo sperimentale. Osservo, misuro, registro i dati, formulo l’ipotesi, vado a verificare e formulo la teoria. Dopo aver raccolto i dati, si constata qual è la decisione teorica da prendere. L’ipotesi nulla è inversa a quella sperimentale. A capo 0 l’ipotesi è nulla; a capo 1 è sperimentale. 

Per approfondire: Manuale di psicologia

RADICI STORICHE: Wundt, il creatore nel 1879 del primo laboratorio di psicologia sperimentale a Lipsia, erediterà dalla tradizione filosofica l’introspezione come metodo di raccolta dei dati della psicologia. Cercherà di rendere l’introspezione un metodo scientifico. Freud, fondatore della psicoanalisi, farà un’operazione analoga. Si servirà delle capacità introspettive dei suoi pazienti, facendosi raccontare i loro stati mentali e cercherà di capire le origini psicologiche dei loro stati d’animo. La guarigione consisteva nel capire questa vita mentale interna che , se non analizzata, causava sofferenza.
Il tentativo di coniugare il metodo introspettivo e il metodo sperimentale continuerà con la scuola strutturalista “scuola di Wurzburg”. L’obiettivo era di isolare le strutture della mente tramite un esame introspettivo della coscienza. Il metodo introspettivo si rivelò inaffidabile perché una serie di variabili non potevano essere controllate. La corrente successiva a Wundt fu il comportamentismo.