Introduzione alla psicoanalisi

Appunto inviato da anitadelia
/5

Quadro riassuntivo del testo di Freud cin particolare riferimento alle lezioni che ha tenuto tra il 1915 al 1917 (41 pagine formato doc)

Le lezioni vengono presentate negli anni accademici 1915-16 e 1916-17 e vengono pubblicate in anni successivi.
La prima parte e la seconda parte nel 1916, la terza parte nel 1917.

Queste riguardano la prima serie di lezioni.

La seconda serie fu redatta e pubblicata nel 1932.

In quest'opera Freud vuole introdurre il concetto di psicanalisi. Per lui la psicoanalisi è:
  • Un procedimento per l'indagine dei processi psichici
  • Un metodo terapeutico per il trattamento dei disturbi nevrotici
  • Una serie di conoscenze psicologiche
PULSIONE: la spinta dell'organismo , al limite tra lo psichico e il corporeo, verso una meta determinata; trae origine da fonti di stimolazione interne al corpo e la persona non le si può sottrarre con la fuga.

AFFFETTO: è ogni sentimento particolarmente intenso che trae origine dalle pulsioni.

RAPPRESENTAZIONE: è il contenuto concreto dell'atto di pensiero, dell'idea.

L'affetto può venir "represso" dall'Io; la rappresentazione può giacere "rimossa" nell'inconscio

LEZIONE 1 : Introduzione.

Freud esordisce affermando che la psicoanalisi è il procedimento per il trattamento delle malattie nervose, ma , diversamente dalla medicina , vi sono più difficoltà riguardo l'insegnamento e l'addestramento nella psicanalisi.
.