La metodologia dell'assistente sociale

Appunto inviato da daliladisalvo
/5

riassunto sulla tematica della metodologia dell'assistente sociale, utile per la preparazione degli esami di stato (4 pagine formato pdf)

LA METODOLOGIA DELL’ASSISTENTE SOCIALE

Il “Servizio Sociale” è una professione difficile da definire sia per gli obiettivi che per i ruoli che svolge; esso coinvolge nella sua sfera d’azione sia gli individui che le strutture sociali.

La 1° definizione fu data dall’assistente sociale Mary Richmond che, nel 1915, vedeva nel servizio sociale: “un’arte di svolgere vari servizi per e con diverse persone, cooperando con loro per raggiungere il miglioramento loro e della società”. Nel 1960, il gruppo di lavoro preparatorio della “10° Conferenza Internazionale di Servizio Sociale” (avvenuta a Roma) definì il servizio sociale come “un’attività organizzata che tende a favorire un reciproco adattamento degli individui all’ambiente sociale”.
Quest’obiettivo si ottiene con metodi e tecniche che mirano alla soddisfazione ed alla risoluzione dei problemi di adattamento alla società di individui, gruppi e comunità. In definitiva, possiamo dire che il servizio sociale è una professione che agisce basandosi su conoscenze teorico-scientifiche e sull’applicazione di esse tramite metodi e tecniche provate e verificate.

Il lavoro sociale individuale: riassunto


METODOLOGIA DI INTERVENTO NEL SERVIZIO SOCIALE

Ruolo, funzioni e obiettivi del servizio sociale. Il servizio sociale è una professione d’aiuto che attinge le sue conoscenze teoriche dalla:
- psicologia: per quanto riguarda i meccanismi psicologici che agiscono sul funzionamento degli esseri umani e nei vari processi di apprendimento ed adattamento;
- sociologia: per la situazione sociale, il cambiamento, le interazioni sociali nella consapevolezza di agire in diversi sistemi;
- giurisprudenza: per le leggi, diritto penale, pubblico e privato;
- scienze dell’amministrazione: per quanto riguarda le teorie e le tecniche della gestione delle aziende pubbliche e private.

Metodi del servizio sociale: appunti esame


PROCEDIMENTO METODOLOGICO ASSISTENTE SOCIALE

Le principali funzioni del servizio sociale sono:
1. aiuto e sostegno al soggetto portatore di bisogni, problemi;
2. promozione ed organizzazione delle risorse verso le istituzioni, le associazioni presenti sul territorio e la popolazione;
3. identificazione dei problemi presenti sul territorio;
4. elaborazione di progetti per eliminare i problemi presenti sul territorio;
5. di vario tipo:
 - Psico-Sociali: accoglimento, ascolto, riconoscimento identità personale/dignità personale, ricostruzione reti sociali ed affettive;
 - Assistenziali: di tipo economico, lavorativo, abitativo, assistenza domiciliare, ricoveri in strutture protette, riabilitazione sociale;
 - Supporto e consulenza: al SSN, agli organi scolastici, agli organi giudiziari;
 - Educative e promozionali: prevenire stati di bisogno;
 - Organizzative e manageriali: dirigenza di U.O., di Servizio Sociale;
 - Formative: didattica, supervisione, aggiornamento.

Il processo di aiuto dell'assistente sociale, appunti


METODOLOGIA DEL SERVIZIO SOCIALE

Il servizio sociale ha come obiettivo primario quello di contribuire a migliorare i servizi per la salvaguardia e la tutela dei diritti dell’uomo. Gli altri obiettivi li possiamo riassumere in:
- prevenire stati di bisogno per un benessere individuale e collettivo;
- creare raccordi necessari tra bisogni e risorse grazie al processo d’aiuto;
- progettare/organizzare i servizi alle persone;
- far emergere i problemi della collettività;
- ricercare soluzioni individuali e sociali finalizzate all’autonomia e realizzazione personale;
- promuovere le condizioni che possono agevolare l’accrescimento naturale ed autonomo della persona.