Storia della Gran Bretagna

Appunto inviato da shetredes
/5

Esposizione critica della storia della Gran Bretagna dall'avvento dei Tudor fino al Regno della Regina Vittoria (28 pagine formato doc)

STORIA DELLA GRAN BRETAGNA

Storia della Gran Bretagna.

Lancaster e York. Dal 1216 il trono era sempre passato al primogenito del re; perciò Enrico IV, figlio di Giovanni di Gaunt, duca di Lancaster, quarto figlio di Edoardo III, non aveva diritto alla corona. La questione dell'illeggittimità dell'autorità regia della casata dei Lancaster fu all'origine di molteplici concessioni al Parlamento e alla Chiesa da parte del sovrano e di alcuni conflitti contro le potenti famiglie ribelli del Galles e del Nord. Enrico V, che succedette al padre nel 1413, conseguì una brillante vittoria sui francesi nella battaglia di Azincourt (1415) e vide il suo successo confermato dal trattato di Troyes (1420).
Sposò la figlia di Carlo VI di Francia e assunse il controllo del governo francese: pur non riuscendo a estendere il proprio dominio sull'intero paese, Enrico V poneva così le basi di una futura unificazione delle corone dei due regni.Nel 1422, quando morirono sia Enrico sia Carlo, sul trono dei due paesi salì infatti il figlio del primo, Enrico VI, di soli nove mesi. Per un breve periodo i due abili zii di Enrico, John di Lancaster, duca di Bedford, e Humphrey di Gloucester si spartirono il controllo dei due regni. Nel 1429 Giovanna d'Arco cominciò tuttavia a promuovere la resistenza contro il dominio inglese; nel 1431 fu catturata, accusata di eresia e condannata al rogo, ma il dominio inglese continuò a vacillare.

Stati europei nel 1500 e 1600

GRAN BRETAGNA: RIASSUNTO

La guerra delle Due Rose. Durante il regno di Enrico VI, il governo effettivo del paese passò da una fazione nobile all'altra. La guerra in Francia evidenziava l'incapacità del re di governare in patria. La perdita della Normandia (1450) e la corruzione del governo provocarono una rivolta popolare, che fu repressa nel sangue. La successiva perdita di tutti i possedimenti inglesi in Francia, a eccezione di Calais (1453), fu il preludio del conflitto dinastico chiamato guerra delle Due Rose (1455-1485), che oppose i due rami della famiglia reale, i Lancaster di Enrico VI e gli York, guidati da Riccardo Plantageneto.La svolta decisiva avvenne nel 1460, quando Riccardo fu ucciso in battaglia. La sua eredità fu raccolta dal figlio Edoardo che sconfisse i Lancaster nel 1461, fece prigioniero Enrico e riuscì a farsi acclamare re dal Parlamento con il nome di Edoardo IV. Dopo alterne vicende, Edoardo, sostenuto anche dal cognato Carlo il Temerario di Borgogna, riuscì a consolidare il regno. Alla sua morte, avvenuta nel 1483, il trono passò al figlio dodicenne, Edoardo V, che tre mesi dopo fu deposto dallo zio Riccardo, divenuto re con il nome di Riccardo III. Due anni dopo Enrico Tudor, che rivendicava il trono ai Lancaster, sconfisse Riccardo nella battaglia di Bosworth Field e divenne re con il nome di Enrico VII.

STORIA DELL'INGHILTERRA DAL 1500

L'Inghilterra dei Tudor e degli Stuart. La dinastia Tudor diede all'Inghilterra un forte ed efficiente governo centrale. Enrico VII si sbarazzò dei rivali York e sposò Elisabetta, figlia di Edoardo IV, ottenendo in breve tempo il riconoscimento della Spagna e nel 1489, con il trattato di Medina del Campo, della Francia, dei Paesi Bassi e della Scozia.