Contabilità generale e bilancio

Appunto inviato da leysan
/5

Alcune delle domande più frequenti di Contabilità generale e Bilancio con relative risposte approfondite (8 pagine formato pdf)

1) La clausola generale della rappresentazione veritiera e corretta nella
redazione del Bilancio.


Il Bilancio è tecnicamente corretto quando è chiaro e veritiero.

Il legislatore ha preferito di usare il termine "rappresentazione veritiera" con riferimento al Bilancio in quanto con riguardo ai valori congetturati non si può parlare di "verità" nel senso di corrispondenza tra enunciati e fatti.
La "verità" deve consistere nella corrispondenza tra enunciati e giudizi accurati e sorretti da adeguate conoscenze tecniche.

Questa clausola generale mira a che i risultati rappresentati siano il più possibile conformi alla realtà ma non esclude la relatività del bilancio.
Ma la relatività delle valutazioni trova il suo limite nel dovere di diligente, accurata e neutrale ricerca del valore più coerente al fine del bilancio e ai criteri legalmente imposti.

Il termine "corretta" con riferimento alla "rappresentazione" impone il dovere di
riferirsi a criteri tecnicamente corretti. Per raggiungere l'obbiettivo di chiarezza il
legislatore ha previsto gli schemi vincolanti per la redazione dello Stato Patrimoniale
e del Conto Economico e il contenuto minimo per la Nota Integrativa. Qualora le
informazioni richieste dalle singole norme non fossero sufficienti occorre fornire
informazioni supplementari