Scienze delle finanze

Appunto inviato da animat92
/5

Domande e risposte di scienza delle finanza. Argomenti: finanza neutrale, funzionale; obiettivi finanza pubblica; previdenza sociale; tipi di entrate; struttura dell'imposta; capacità contributiva; debito pubblico; irpef; ici (3 pagine formato pdf)

DIFFERENZA TRA FINANZA NEUTRALE E FUNZIONALE
Per finanza neutrale si intende un tipo di finanza caratterizzata dall’assoluto non intervento dello stato in questioni economiche.
L’unico obiettivo che questa finanza si propone è quello del pareggio di bilancio.
La finanza funzionale è la finanza nella quale lo stato opera in funzione degli obiettivi che si propone. Lo svantaggio di questa forma di finanza è il debito pubblico elevato in termini di PIL e in termini di PRESTITI PUBBLICI.


OBIETTIVI DI FINANZA PUBBLICA
Gli obiettivi della finanza pubblica sono soddisfacimento dei bisogni pubblici, in continuo cambiamento a causa dei diversi bisogni avvertiti in diverse epoche dai cittadini; sviluppo economico; stabilizzazione della domanda per far fronte a effetti dannosi dell’inflazione; redistribuzione del reddito al fine di evitare sperequazioni.
LA PREVIDENZA SOCIALE
La previdenza sociale è una parte importante della spesa pubblica. Essa riguarda l’accantonamento di somme di denaro in vista di utilità futura.
Le pensioni che vengono erogate sono pensioni di anzianità, in relazione agli anni lavorati (esiste però il fenomeno dei baby pensionati), e pensioni di vecchiaia in relazioni all’età effettiva del lavoratore (in italia la pensione è accessibile a partire dai 65 anni).
La pensione può essere erogata col metodo di ripartizione o di capitalizzazione.
Il metodo di ripartizione è basato su un patto tra lavoratore e pensionato.


Il lavoratore versa i contributi che pagano la pensione al pensionato. Stessa cosa avviene per lui in futuro. L’aumento dell’età e la diminuzione delle nascite hanno stravolto tale metodo portandolo a un rapporto 1:3. Si è pensato di introdurre quindi il sistema a capitalizzazione con il quale ciascun individuo si costruisce la pensione per il futuro. Essa può essere integrata da fondi pensione, aperti ( a tutte le categorie di lavoratori) o chiusi (a determinate categoria).