Macbeth

Appunto inviato da fcesc88
/5

Analisi delle principali scene del dramma shakespeariano (5 pagine formato doc)

Macbeth è un ‘short play', ma l'azione sembra durare per molto tempo (internal time).


ATTO I

  • Scena V - Lady Macbeth è machiavellica (spregiudicata, ambiziosa) e razionale.
    Legge la lettera dove Macbeth sembra delegarle il potere. La moglie ci mostra la vera natura del marito, troppo umano e dolce per compiere un atto così crudele, quindi deve essere lei a rendere possibile il sogno del marito, e lo fa per amore, e per il potere che presto avranno. Per convincere il marito, lei dovrà sbarazzarsi del proprio sesso, della sua femminilità (Unsex me here), in modo da raggiungere l'obiettivo finale.

Lady Macbeth dunque vuole spronare il marito e rinuncia alla sua femminilità. In realtà c'è un contrasto tra ciò che dice e ciò che fa perché non riesce a reprimere del tutto la sua femminilità. È una donna pericolosa, non calcola le conseguenze di ciò che pianifica.
Lei associa l'essere uomo alle azioni che compie Macbeth, l'uomo, convenzionalmente, è colui che agisce. Tuttavia il marito, che è indeciso, non incarna pienamente questo ideale (sembra quasi appartenere più al sesso femminile). Come sempre, Shakespeare mischia i sessi, sottolineando la forza della donna e la sua supremazia sull'uomo.

  • Scena VI - Scena ironica, in cui i personaggi mostrano ipocrisia e doppia faccia.
  • Scena VII - Incontro fra Macbeth e sua moglie. Macbeth, da solo, pensa alle conseguenze del suo crimine: Duncan è un buon re, e la natura soffrirà per questo delitto. Macbeth percepisce la meschinità della sua azione. Intanto entra la moglie. Macbeth sembra ancora restio a voler compiere quell'atto dannato, e Lady M. lo critica sul piano del ‘love' e del ‘pride'. Lei rimane comunque al fianco del suo uomo, ma il suo uomo è già sconfitto dalla Lady e dalla sua capacità di convincimento. Gli infonde coraggio. Lei organizza il piano crudele, e Macbeth è pronto ad indossare la maschera della falsità.