Storia moderna

Appunto inviato da robinjane
/5

storia moderna: domande dell'esame scritto, con 15 righe di risposta previste, basate sul testo "Storia moderna" di Carlo Capra (3 pagine formato doc)

Storia moderna - DOMANDE ESAME STORIA MODERNA CON RISPOSTE DI 15 RIGHE
1) Descrivi la trasformazione degli eserciti dal medioevo all'età moderna - Già durante la Guerra dei Cent'anni cominciava a declinare la cavalleria pesante: gli arcieri inglesi avevano fatto strage dei cavalieri francesi.

I fanti svizzeri godevano di una buona reputazione grazie alla loro falange quadrata di 6000 uomini, protetta sul fronte e sui fianchi da quattro file di soldati, ma erano inefficaci nell'attacco alle fortezze e non potevano nullacontro arcieri ed archibugi. Una formazione più flessibile era stata messa a punto dagli spagnoli contro i francesi per il controllo di Napoli: unità di 3000 uomini, picchieri e archibugieri dominarono le guerre terrestri fino alla battaglia di Rocroix (1643).


Leggi anche Riassunto sulla Storia moderna

La cavalleria, ancora indispensabile come arma ausiliaria e negli inseguimenti, sostituì progressivamente l'armamento pesante con uno più leggero. Se, all'inizio, il guerriero medievale coperto di ferro era considerato espressione di un ordine sociale, legato a un ethos cavalleresco che considerava come vile il fatto di colpire da lontano, in seguito, l'ascesa della fanteria e dell'artiglieria relegò a un ruolo accessorio l'apporto della nobiltà.

Leggi anche Riassunto dettagliato di Storia moderna

2) Descrivi la vita sociale e politica dell'Italia del Seicento - Economicamente, il Seicento fu un secolo di recessione, che approfondì il divario tra i detentori della ricchezza fondiaria, noblità e clero, e le classi subalterne dedite al lavoro manuale. Questo, a causa dell'influenza spagnola in Italia, era visto come qualcosa di “disonorante”, così come tutte le attività finalizzate al guadagno. La forte ascesa dei prezzi agricoli, le difficoltà nei settori mercantili e manifatturieri avevano portato alla preferenza per gli investimenti fondiari o di tipo usuraio. Da un punto di vista più prettamente sociale, il ruolo di spicco era svolto dalla Chiesa, che manteneva le forti gerarchie, detenendo gran parte delle ricchezze fondiarie, che erano inalienabili senza un'esplicita autorizzazione pontificia.

Leggi anche Appunti schematici di Storia moderna