Misura della densità di un solido

Appunto inviato da stitchoso92
/5

Relazione di un laboratorio di meccanica del corso di fisica del 1 anno accademico. Nella relazione sono riportati tutti i dati necessari per una riproduzione dell'analisi dati stessa. Mancante solamente di grafici e istogrammi, ma completa di tabelle, test di affidabilità e compatibilità. Ottima trattazione con peculiare descrizione dei procedimenti eseguiti in laboratorio (11 pagine formato doc)

“MISURA DELLA DENSITA’ DI UN SOLIDO”
Federico Coro, Giulia Crocenzi, Alessio Cubeddu
Gruppo 11 – sezione A1
INTRODUZIONE:
Questa prima esperienza di laboratorio ha come scopo principale la misura della densità ρ di n corpi differenti (n=50), costituiti tutti dallo stesso materiale, con studio delle masse e volumi con le rispettive incertezze (sistematiche e non); il tutto verrà riportato su un istogramma che mostrerà come la nostra distribuzione dei valori ottenuti sia più o meno compatibile con la distribuzione gaussiana.
La misura della densità dei corpi renderà possibile attraverso una media aritmetica il confronto con le tabelle di densità note di vari materiali in modo da stabilire il materiale che è stato utilizzato. 


Per ottenere delle misurazioni apprezzabili ci serviamo di un determinato apparato sperimentale, ponendo prima di tutto  l’errore massimo pari all’errore di lettura poiché su ogni singolo corpo si è effettuata una singola misura; in questo moto l’incertezza sulle varie densità si è calcolata tramite la propagazione quadratica (e non lineare); ma per far questo necessitiamo dell’errore statistico (deviazione standard) che ricaviamo in modo empirico come segue.
Gli n copri constano di cilindri e parallelepipedi (quest’ultimi si è posta la base come fosse un quadrato di lunghezza l).
Indichiamo con m la massa, d il diametro, l la lunghezza e h l’altezza.