Verifica della legge di Ohm: relazione di fisica

Appunto inviato da kjwegfkb
/5

E' una relazione eseguita in ambito universitario e curata in tutti i dettagli. Verifica della legge di Ohm con una relazione di fisica (6 pagine formato doc)

Untitled VERIFICA DELLA LEGGE DI OHM Questa esperienza è stata realizzata per la verifica della legge di Ohm, che afferma: nei conduttori metallici il rapporto tra la differenza di potenziale ( ?V ) applicata ai capi di un conduttore e l'intensità della corrente elettrica è pari ad una costante detta resistenza elettrica del conduttore, essa viene indicata con la lettera R.
Strumenti utilizzati per l'esperimento: Tester o multimetro; Alimentatore di tensione; Basetta millefori; 2 resistenze. Il tester o multimetro è stato utilizzato nella mia esperienza per il rilevamento della corrente che circolava nel circuito. Il tester da me utilizzato era composto da una scala graduata e da un indice.
Una volta selezionata la portata da utilizzare, la lettura effettuata sullo strumento la ho messa in relazione nel seguente modo: indice max della scala : fondo scala = lettura sullo strumento : x L'alimentatore di tensione è stato utilizzato per generare tensione nel circuito costruito. L'alimentatore preso in considerazione è formato anche da un piccolo display dove volta per volta ho letto la tensione erogata e da una piccola manopola utilizzata per variare la tensione. La basetta millefori è stata utilizzata per la realizzazione pratica del circuito. La basetta millefori è costituita nel seguente modo: Le boccole laterali V e g rappresentano la tensione e la massa. Una volta collegate le seguenti boccole ho portato tensione a tutto il circuito facendo un collegamento dalla boccola V alla linea di colore rosso. Successivamente volta per volta ho portato la tensione dalla linea rossa ai piedini interessati. Le 2 resistenze sono state utilizzate per la formazione del circuito. Il valore delle resistenze non è stato dato in partenza ma andava calcolato con il rapporto fra tensione e corrente. Esecuzione dell'esperienza L'esperienza è stata suddivisa in 4 passaggi: Misura della resistenza R1; Misura della resistenza R2; Misura della resistenza totale derivata dal collegamento delle resistenze R1 e R2 in serie; Misura della resistenza totale derivata dal collegamento delle resistenze R1 e R2 in parallelo. Il circuito creato per la misurazione della resistenza R1 è il seguente: Il multimetro è collegato nel seguente modo in modo tale da misurare la corrente che circola nel circuito. Dopo aver creato il circuito ho proceduto effettuando 10 misurazioni variando la tensione di ingresso. I valori ottenuti al termine delle misure sono i seguenti: V A R = V / I 1v 1,09mA 917,43? 2v 2,15mA 930,23? 3,5v 3,9mA 897,43? 5,5v 6,5mA 846,15? 8,6v 10mA 860? 9,3v 11mA 845,45? 11v 13mA 846,15? 12v 14,1mA 851,06? 12,6v 15mA 840? 15v 17,9mA 837,99? Una volta che ho calcolato i singoli valori della resistenza ho calcolato la resistenza totale effettuando la media nel seguente modo: Una volta calcolato il valore della resistenza seguendo la formula matematica precedente ho proceduto con il calcolo dell'errore utilizzando la seguente formula: I valori ottenuti al termine dei calcoli