Avvio di una nuova crisi a Roma tra il 364 e il 395 dopo Cristo

Appunto audio Durata: 1 min 31 sec
Descrizione

Il periodo che iniziò dopo la morte di Gioviano fu caratterizzato da una crisi analoga a quella del III secolo, cioè anch’essa traeva origine dalle guerre. La nuova ondata di invasioni, però, presentava caratteristiche particolari: si trattava di infiltrazioni lente e progressive.

Tipologia

Università

Testo completo

Il periodo che iniziò dopo la morte di Gioviano fu caratterizzato da una crisi analoga a quella del III secolo, cioè anch’essa traeva origine dalle guerre.
La nuova ondata di invasioni, però, presentava caratteristiche particolari: si trattava di infiltrazioni lente e progressive.
I barbari ammiravano Roma, ma si rivelarono poco propensi ad assimilarsi al popolo romano. Questa situazione ebbe allora come conseguenza una divisione dell’impero. Mentre l’Occidente sprofondava nei disordini, nella crisi e nel malcontento, l’Oriente fece passare la tempesta e preparò l’emergere di una nuova civiltà.
Il solo elemento di unità veniva dalla politica dinastica. A partire dal 364 fino all’inizio del V secolo uno stesso sangue continuò infatti a scorrere nelle vene degli imperatori, tranne per Teodosio.