Famiglie e condizione femminile

Appunto audio Durata: 1 min 43 sec
Descrizione

La città moderna si distingue anche per la struttura della famiglia, per la composizione per età della sua popolazione e per le condizioni di vita delle donne, dei giovani e degli anziani. In città il numero di componenti dei nuclei familiari è in media molto ridotto soprattutto per l’elevato numero di persone singole e la presenza di nuclei familiari monoparentali.

Tipologia

Università

Testo completo

La città moderna si distingue anche per la struttura della famiglia, per la composizione per età della sua popolazione e per le condizioni di vita delle donne, dei giovani e degli anziani.
In città il numero di componenti dei nuclei familiari è in media molto ridotto soprattutto per l’elevato numero di persone singole e la presenza di nuclei familiari monoparentali.
In città le famiglie sono “ristrette” anche perché sovente non comprendono gli anziani.
Per molti di essi, specie se non ricchi, la grande città è un ambiente difficile, a cui si preferiscono i centri minori.
La città è spesso vista come luogo di emancipazione femminile dal ruolo tradizionale di madre e casalinga.
Ciò è almeno in parte confermato dal fatto che le possibilità di impiego femminile in città sono più ampie e i tassi di attività femminile di regola più elevati.
Studi recenti hanno però messo in evidenza come la vita femminile in città continui a essere condizionata dal ruolo.
Infatti nelle società urbane le donne dedicano al lavoro casalingo e alla cura dei bambini, tre volte il tempo degli uomini.