Il disturbo delirante in criminologia

Appunto audio Durata: 2 min 56 sec
Descrizione

È caratterizzato da un sistema delirante stabile, coerente e duraturo, non bizzarro e senza deterioramento marcato della personalità. Così spesso riescono a mantenere l’integrità sociale, lavorativa e familiare: vengono percepite come relativamente normali, con alcune “manie”. Non è da confondere con la schizofrenia di tipo paranoideo, in cui si ha predominanza di deliri e allucinazioni ma nell’ambito dei più generali disturbi della schizofrenia. Altro tratto caratteristico è l’esasperazione del sentimento di certezza nei confronti dei propri convincimenti con assenza di senso critico.

Tipologia

Università

Testo completo

È caratterizzato da un sistema delirante stabile, coerente e duraturo, non bizzarro e senza deterioramento marcato della personalità. Così spesso riescono a mantenere l’integrità sociale, lavorativa e familiare: vengono percepite come relativamente normali, con alcune “manie”.
Non è da confondere con la schizofrenia di tipo paranoideo, in cui si ha predominanza di deliri e allucinazioni ma nell’ambito dei più generali disturbi della schizofrenia
Altro tratto caratteristico è l’esasperazione del sentimento di certezza nei confronti dei propri convincimenti con assenza di senso critico.  Vi è uno spiccato sentimento di grandezza, di orgoglio e di presunzione, una costante presenza di convincimenti vittimistici, con sentimenti di offesa e mortificazione: trova intorno solo ostilità e rifiuto. In rari casi i convincimenti deliranti possono essere condivisi da un familiare o da un amico, e si realizza la “follia a due” o a più persone.
Vi sono varie forme, in base al contenuto del delirio:
Delirio da persecuzione: ci si ritiene vittime di molestie, calunnie, ingiustizie, complotti; fatti di poco conto vengono interpretati come gravi e profonde ingiustizie verso se stessi. Spesso si ricorre alla giustizia per denunciare i presunti malfattori e si giunge al
Delirio da querela: o querulomania: ostinata, continua e assurda ricerca di giustizia per torti non patiti
Delirio mistico-religioso: propositi di riforma religiosa e sociale, di modificazione moralizzatrice del mondo: si atteggiano a profeti e spesso fanno proseliti.
Delirio erotomanico: il soggetto è convinto di essere oggetto di attenzioni amorose da parte di un particolare individuo, a volte una star dello spettacolo, ma spesso di persone comuni.
Delirio di gelosia: o sindrome di Otello, o paranoia coniugale: il soggetto è infondatamente convinto che il partner gli sia infedele.
Paranoia involutiva o parafrenia: riguarda gli anziani afflitti da senso di persecuzione di vicini o parenti.
I reati che può compiere il paranoico sono: la calunnia, molestia, ingiuria, le offese. Fino ad arrivare all’omicidio, magari del presunto persecutore.